Trasferta spagnola per il Coro dell’Università dell’Insubria: due concerti a Algeciras e a Malaga

Canterà la «Misa Criolla» di Ariel Ramirez, di cui ricorrono i cento anni dalla nascita, condividendo la scena con altri due gruppi; sul podio il direttore Andrea Gottardello e l’ex direttore Michele Paccagnella. Il 17 dicembre a Varese il Concerto di Natale

Insubriae Chorus

Il Coro dell’Università dell’Insubria diretto dal maestro Andrea Gottardello va in trasferta in Spagna per cantare la «Misa Criolla» di Ariel Ramirez.  Due i concerti in programma: sabato 4 dicembre ad Algeciras e domenica 5 a Malaga. In entrambe le occasioni l’Insubriae Chorus è in scena con il Coro Ziryab del conservatorio Paco De Lucia di Algeciras, il Mater Cister di Malaga e con il gruppo musicale Encuentros Andinos, solista Francisco Arbòs.

L’invito è arrivato dal maestro Michele Paccagnella, 38 anni, attuale direttore del Coro del Conservatorio di Algeciras che dal 2007 al 2011 è stato direttore del Chorus Insubriae. Sua l’idea di celebrare i 100 anni dalla nascita di Ramirez, che ricorrono nel 2021, chiamando a cantare i due cori che dirige in Spagna, Ziryad e Mater Cister, e il Chorus Insubriae, al quale è rimasto legato da «profonda amicizia e stima».

Di Ariel Ramirez il coro dell’ateneo di Varese e Como ha cantato in diverse occasioni la «Navidad Nuestra»: nel 2008 al teatro Coccia di Novara, nel 2009 in Università nell’ambito di un seminario organizzato con la Coral Iberoamericana Tantanakuy, nel 2010 a Malaga, nel 2011 in Conservatorio a Milano e a Cassano Magnago, nel 2014 a Vigevano e a Milano.

Il Coro dell’Insubria nasce nel 1998 insieme all’Università, da un’idea del professor Carlo Dell’Orbo, ordinario di Anatomia umana, e dell’allora direttore Alberto Repossi. È oggi costituito da una quindicina di membri tra cui docenti (come la corista e presidente Marina Protasoni), tecnici e amministrativi, studenti ed ex studenti.

La compagine insubrica ha da sempre un repertorio eclettico, che spazia da brani di musica sacra a brani classici, del Trecento e del Cinquecento, a brani corali latino-americani, a musica contemporanea e pop. Alla direzione: Alberto Repossi 1998-2006, Michele Paccagnella 2007-2011, Gian Luca Rovelli 2011-1014, Martina Zambelli 2014-2017, e dal 2017 Andrea Gottardello, direttore e organista d’eccezione.

Da segnare in agenda il prossimo appuntamento varesino dell’Insubriae Chorus: il concerto di Natale venerdì 17 dicembre nella chiesa di San Michele a Bosto, in via Ravasi alle ore 21 con ingresso libero

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.