Vertemati: “Tanto rimpianto, Sassari ci ha punito con i rimbalzi d’attacco”

Il tecnico della Openjobmetis spiega: "Decisivo anche il quinto fallo di De Nicolao: se non lo fischiano e noi rubiamo quella palla...". Bucchi: "Temevamo la partita, bravi a mettere in tasca i due punti"

Openjobmetis Varese - Bertram Tortona 85-76

VERTEMATI 1 – «Una partita in cui gli attacchi hanno prevalso sulle difese da ambo le parti. Siamo partiti male difensivamente: nei primi minuti abbiamo attaccato bene con il pick’n’roll però abbiamo sofferto Robinson nei primi secondi delle azioni. Con la zona abbiamo rallentato un po’ il ritmo offensivo di Sassari che però è stata molto brava a rimbalzo d’attacco. Penso che la chiave sia stata proprio questa al di là del canestro di Logan: abbiamo costretto a farli tirare fuori ritmo ma appunto hanno spesso convertito con tap in, rimbalzi e poi bombe. Il motivo per cui sono riusciti a recuperare a inizio ultimo periodo».

VERTEMATI 2 – «Ho poco da dire ai miei giocatori, purtroppo abbiamo perso presto Beane. Non è mai entrato in partita e sostanzialmente abbiamo giocato senza due uomini importanti nelle rotazioni (l’altro è Gentile ndr)».

VERTEMATI 3 – «C’è tanto rimpianto sul +5 dove eravamo arrivati dopo il nostro +10 e poi il -6: se non danno il quinto fallo a De Nicolao, con due tiri liberi per Logan un po’ al limite quasi allo scadere dei 24, noi chiudiamo la difesa e andiamo in attacco con un’altra inerzia. Invece quello che è successo lo avete visto».

La Openjobmetis culla il sogno di vincere a Sassari ma si sveglia con un altro KO

BUCCHI 1 – «Una di quelle partite che bisogna vincere, da mettere in tasca insieme a due punti importanti. I ragazzi hanno tirato fuori la voglia di vincere: di sicuro non è stata una gara brillante per alcuni aspetti ma era difficile perché ci aspettavamo una prova molto buona di Varese. Mancando la loro stella, volevano dimostrare la loro qualità. Abbiamo incontrato difficoltà fin dall’inizio perché abbiamo sofferto gli uno contro uno dei loro giocatori; la zona ci ha un po’ aiutato ma poi ci sono stati anche gli attributi che hanno consentito di vincere. Due punti che fanno morale e che ci danno tranquillità. Importante anche che il pubblico abbia spinto la squadra nei momenti finali quando occorreva avere qualcosa di più».

BUCCHI 2 – «Perché ho messo Kruslin su Keene? Per diversi motivi: Kruslin in difesa aveva fatto bene nelle ultime partite, poi volevamo uno più alto e poi comunque Keene ha fatto canestro contro tutti. Era complicata, Varese era particolarmente motivata. Nel finale però abbiamo trovato i quintetti giusti anche con Diop che viene da un momento complicato post-operazione e oggi ha fatto una partita molto consistente e molto buona. Poi dobbiamo avere consapevolezza di non essere la Sassari dell’anno scorso: ognuno deve dare qualcosa in più, piegare le gambe. Bendzius e Burnell hanno dato un ottimo contributo a rimbalzo e proprio i rimbalzi offensivi ci hanno dato una bella mano».

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.