Cinque artisti a Terezín: musica e parole per il Giorno della Memoria

Un bel progetto varesino che vede insieme gli splendidi musicisti dell’ensemble Klezmorim Maseltov, l'attrice tradatese Elisa Carnelli e il regista Stefano Soru

Generica 2020

Musica e parole per il Giorno della Memoria in un bel progetto varesino che vede insieme gli splendidi musicisti dell’ensemble Klezmorim Maseltov, l’attrice Elisa Carnelli e il regista Stefano Soru.

Galleria fotografica

Varese - Ensemble Klezmorim Mazeltov 4 di 9

Lo spettacolo  “5 artisti a Terezín” è ora disponibile anche nella versione web grazie ad un’iniziativa dell’associazione  WOODinSTOCK Aps, che in occasione del Giorno della Memoria, ha realizzato un video con una una versione specificamente ottimizzata per il web e registrata dal vivo lo scorso 20 gennaio con la regia di Stefano Soru.

Il gruppo Klezmorim Maseltov è composto dai varesini Marcello Serafini (chitarra) ed Emiliano Renzelli (contrabbasso) e dai piemontesi Emanuela Boggio (chitarra e voce)  e Francesco Facchini (violino). L’intensa narrazione dell’attrice tradatese Elisa Carnelli, autrice anche del soggetto teatrale, accompagna l’ascolto.

Nella versione per il web brani musicali della tradizione ebraica arrangiati dall’ensemble si alternano a racconti, riflessioni e brani di poesie scritte da autori scomparsi nei campi di concentramento. La poesia all’inizio del brano “Dona Dona”, ad esempio, è “La Casa” di František Bass deceduto ad Auschwitz a soli 14 anni, mentre la poesia dopo “Dona Dona” è “Il canto del popolo ebraico massacrato” di Yizhak Katzenelson (deceduto al campo di concentramento di Auschwitz il 1º maggio 1944), tradotto da Helena Janeczek.

«Nella realizzazione dell’evento per WOODinSTOCK per il Giorno della Memoria dominano gli elementi drammatici, emotivi e commemorativi per focalizzare l’attenzione su questo passato di sofferenza che non va dimenticato – spiegano i protagonisti – Questa memoria passa anche attraverso lo sguardo della fotografa Daniela Domestici: i suoi scatti immobili e rarefatti del Ghetto ebraico di Venezia, il più antico d’Europa, estrapolati dalla sua mostra “Frammenti”, sono stati impiegati come scenografia».

Il video è stato realizzato con il patrocinio di Aspi Sez. Cassano, Cives OdV, Comune di Ternate e Comune di Varese e con il sostegno della Fondazione comunitaria del Varesotto.

Un’ottima qualità sonora e delle riprese è garantita dal contributo della squadra composta da Alice Clerici, Gaia Viselli, Gabriele Fortuna e Alessandro Gusmini, coordinati dal regista Stefano Soru.

Lo spettacolo è disponibile anche per le scuole, sia dal vivo che nella versione web.

Qui il video dello spettacolo, dal canale YouTube dell’associazione WOODinSTOCK, impegnata da anni contro la malattia di Parkinson attraverso la musica, l’arte e lo sport.

 

Mariangela Gerletti
mariangela.gerletti@varesenews.it

Giorno dopo giorno con VareseNews ho il privilegio di raccontare insieme ai miei colleghi un territorio che offre bellezza, ingegno e umanità. Insieme a te lo faremo sempre meglio.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese - Ensemble Klezmorim Mazeltov 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.