Lunedì 10, studenti in sciopero nelle scuole superiori tra Rho, Parabiago, Legnano, Busto Arsizio e Saronno

«Chiediamo di poter svolgere le prime due o tre settimane di scuola in DAD, il tempo necessario per far attenuare la curva dei contagi», la richiesta avanzata dai promotori

protesta studenti istituto einaudi

Da Rho a Parabiago, da Legnano a Busto Arsizio per arrivare a Saronno. Appare ampio lo scenario di un movimento studentesco che lunedì prossimo, 1o gennaio, potrebbe caratterizzare il non-ritorno a scuola degli studenti delle scuole superiori.

L’appello proviene da Angelo Perrone, rappresentante dell’istituto Mattei di Rho, sostenuto da altri studenti del Maggiolini e Cavalleri di Parabiago, Galilei, Bernocchi e Dell’Acqua di Legnano, Candiani e Crespi di Busto Arsizio e Prealpi di Saronno. Ma non è nemmeno esclusa l’adesione di istituti milanesi.

«Abbiamo deciso di scioperare lunedì 10 – l’annuncio di Perrone -. La ragione è dovuta all’atteggiamento del governo, perchè, nonostante l’elevato numero di contagi, ha deciso di riaprire le scuole, con nuove direttive che non ci fanno sentire sicuri. Basta pensare come tra i tanti motivi del nostro disagio, ci siano i mezzi di trasporto, in cui non si rispettano le normative con assembramenti e assenza di sanificazione. Per questo abbiamo deciso di protestare. Vogliamo far capire alle persone che hanno il potere e dovrebbero tutelarci, che non vogliamo rischiare, non dopo tutti i casi che si stanno riscontrando nelle ultime settimane».

«Chiediamo – l’appello di questo movimento studentesco-  di poter svolgere le prime due o tre settimane di scuola in DAD, il tempo necessario per far attenuare la curva dei contagi e per far vaccinare gli studenti che hanno la volontà di farlo. Siamo disposti a rinunciare alla scuola in presenza per qualche settimana pur di garantire a tutti una maggiore sicurezza. Vogliamo tutelare il nostro diritto allo studio, ma anche quello alla nostra salute».

Non sono previste manifestazioni particolari: «Non ci saranno cortei o raduni – spiega Perrone – proprio per evitare affollamenti oppure far credere che si voglia semplicemente scioperare per non andare a scuola. Non è comunque escluso che ogni rappresentante di istituto si organizzi nella propria sede per esporre pubblicamente questo nostro appello».

(In copertina, immagine di repertorio)

Pubblicato il 08 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Scioperata con o senza vaccinazione? E’ importante saperlo giusto per non pigliarci in giro e per coerenza con il vostro desiderio di maggiore sicurezza.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.