Nel sito di Ats Insubria una sezione con le regole aggiornate sull’export agroalimentare

Nella sezione sono pubblicate informazioni d’interesse in materia, quadri normativi, contatti e indicazioni utili per le aziende del settore

asl di varese

Il Dipartimento Veterinario e Sicurezza degli Alimenti di Origine Animale di ATS Insubria prosegue le attività previste nell’ambito del progetto “Misure di supporto all’export di alimenti, mangimi, sottoprodotti di origine animale e di animali vivi da aziende lombarde verso paesi terzi”.

L’apertura a mercati esteri prevede anche la promozione delle indicazioni vigenti per garantire le norme igienico sanitarie, richieste dai paesi terzi importatori, per le imprese presenti nei territori di Varese e Como.

Proprio per questo, e per tutto il comparto interessato all’export agroalimentare è in costante aggiornamento una pagina presente nella sezione veterinaria di ATS Insubria. Nella sezione “Export alimenti, mangimi, sottoprodotti di origine animale e animali vivi” sono pubblicate informazioni d’interesse in materia, quadri normativi, contatti e indicazioni utili per le aziende del settore.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 28 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.