Operazione “Vista lago”, il sindaco di Lavena Ponte Tresa: “Convinto della correttezza del mio operato”

Il sindaco Massimo Mastromarino si dice fiducioso, anche alla luce di una sentenza del Tribunale amministrativo regionale che ha riconosciuto fondato il suo operato

Lavena Ponte Tresa - Massimo Mastromarino

«Come ho avuto modo di comunicare alla mia maggioranza, mi difenderò dall’accusa di abuso d’ufficio, dimostrando non solo la correttezza ma anche la legittimità del mio operato».

Il sindaco di Lavena Ponte Tresa Massimo Mastromarino commenta così la decisione del giudice al termine delle indagini preliminari per l’operazione “Vista lago”, per cui oggi è stato chiesto il rinvio a giudizio per 13 persone, tra le quali appunto Mastromarino.

«Confortato da una sentenza successiva del tribunale amministrativo che ha riconosciuto fondato il mio operato rimango fiducioso e rispetto l’azione dei giudici», aggiunge il sindaco.

Tredici rinviati a giudizio per l’operazione “Vista lago“ a Lavena Ponte Tresa

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.