“Il pianeta che speriamo”: ambiente, lavoro e futuro in un incontro del Decanato di Busto Arsizio

L'appuntamento con il nuovo incontro di pastorale sociale è per sabato 22 gennaio alle 9 nella Sala Verdi di via A. Pozzi 7 a Busto Arsizio

gerry varie

“Il pianeta che speriamo: ambiente, lavoro, futuro” è il titolo del nuovo incontro di pastorale sociale organizzato dal Decanato di Busto Arsizio e Valle Olona con il Coordinamento dell’Acli di zona Busto Arsizio.

L’appuntamento è per sabato 22 gennaio alle 9 nella Sala Verdi di via A. Pozzi 7 a Busto Arsizio.

Il programma della mattinata prevede: 

9:00 – Accoglienza dei partecipanti.
9:15 – Introduzione e preghiera di monsignor Severino Pagani.
9:30 – Intervento di Carmela Tascone presidente Acli provinciale.
10:00 – Relazione di suor Italiana Parente, vice direttore ufficio impegno politico Diocesi di Brescia, su ambiente e futuro.
11:00 – Relazione del professor Massimo Folador, docente di Sviluppo sostenibile all’Università Liuc di Castellanza, su ambiente e futuro.

Verranno rispettate tutte le norme anticovid vigenti. Pertanto, per partecipare all’incontro, bisognerà essere in possesso del Super Green Pass e di una mascherina FFP2.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.