Prina: “Contro il Piacenza lo spirito della Pro Patria per trovare la salvezza”

Il “Piace” di Scazzola arriva allo Speroni di Busto con cinque nuovi innesti mentre continua l’emergenza per i tigrotti di Busto, tra infortuni e giocatori positivi. Il match su #direttavn

luca prina allenatore pro patria patrizia testa turotti

Ritorna la Seria C, dopo una lunga pausa di oltre un mese abbondante. I motivi di questo lungo stop però non sono legati a belle notizie e gli strascichi della nuova ondata della pandemia hanno avuto conseguenze anche sulla Pro Patria che nella gara di domani, domenica 23 gennaio (14:30), ospita allo Spero di Busto Arsizio i lupi del Piacenza, squadra appaiata a 22 punti – appena un punticino in più dei tigrotti bianco-blu sedicesimi in classifica.

All’andata finì 1 a 1, con i piacentini che in inferiorità numerica rimontarono alla rete di Sean Parker nel secondo tempo. Ma quella di domani sarà una gara «completamente differente» (Prina dixit) per lo stato in cui arrivano le due compagini. Nella giornata di ieri il “Piace” di Cristiano Scazzola ha infatti presentato cinque nuovi innesti (Munari, Cosenza, Rossi, Rillo e Castiglia quest’ultimo con ogni probabilità titolare domani a centrocampo) mentre la Pro Patria si presenterà ancora una volta, nonostante la pausa, ridotta all’osso da punto di visto numerico. Ma è proprio nell’emergenza che la squadra di Busto ha (finora) dato il meglio di sé, con un buon finale di 2021 frutto del lavoro svolto dal tecnico Luca Prina insieme ai ragazzi.

«La fotografia da dare è completamente differente rispetto al girone d’andata – commenta alla vigilia il mister – Tra andata a ritorno ci sono sempre diversità. La pandemia ci penalizza moltissimo ma poi c’è sempre una partita da giocare. Come gruppo abbiamo la convinzione di poter ripartire come abbiamo terminato l’ultimo mese, di aver trovato i parametri per arrivare alla salvezza che dobbiamo trovare solo ed esclusivamente attraverso lo spirito e l’anima della squadra. Per questo faremo una grande partita».

A testimoniare a favore del lavoro di Prina ci sono i numeri degli ultimi mesi, che per la prima volta stagione, è lo stesso tecnico a citare: «Abbiamo perso 7 partite (su 20, ndr), di queste 4 nelle prime sei giornate e 3 nelle quattordici giornate seguenti. Se si fa uno score delle ultime quindici partite la Pro Patria è undicesima: c’è una crescita che vogliamo portare avanti anche se viviamo un momento di fortissima difficoltà. Abbiamo lavorato con nove, dieci giocatori, e per questa partita sono sempre nove, dieci i giocatori pronti più altri cinque o sei con pochi allenamenti nelle gambe. Per noi però non sarà un alibi, butteremo il cuore oltre l’ostacolo».

L’infermeria non sorride: ancora out Bertoni, l’attacco senza Castelli

Se l’indisponibilità di praticamente un terzo della rosa (ancora out Bertoni e Vezzoni, oltre al lungodegente Lombardoni) non ha permesso un focus tattico, la pausa ha comunque permesso di consolidare «aspetti mentali», forse il maggior punto debole della squadra in avvio di campionato, come i già citati i due punti persi all’andata. Indisponibile anche Castelli, che ben aveva fatto al suo rientro, con la titolarità d’attacco che salvo soprese sarà dunque affidata ad Alessandro Piu (in gran spolvero nelle ultime uscite) e Sean Parker, a segno nell’ultima vittoria dei tigrotti (domani con la fascia nera di lutto in ricordo di Taglioretti).

«A differenza di altre squadre non abbiamo fatto un calciomercato dove ci si sarebbe potuti rinforzare – ricorda Prina -. I parametri degli altri sono cambiati, i nostri non sono cambiati nei giocatori ma nella crescita mentale e questo vale molto di più dell’acquisto dei giocatori».

Scazzola carica il Piace: “Nuovi acquisti un mix tra giocatori di esperienza e giovani interessanti”

Sul fronte opposto non manca invece la curiosità, com’è naturale che sia, per vedere in campo gli ultimi arrivi del calcio mercato: «La società e il direttore hanno fatto un ottimo lavoro – commenta Scazzola – Sono stati acquistati giocatori di esperienza e giovani interessanti. Dovremo essere bravi a far crescere la condizione di Cosenza e Castiglia. La Pro Patria? Le partite sono tutte difficili, partite impossibili non ce ne sono, nel girone di ritorno le partite sono più complicate perché i punti iniziano a valere molto di più».

DIRETTA VN –  La diretta dell’incontro è già iniziata su VareseNews (LEGGI QUI). Come sempre potrete partecipare al nostro liveblog commentando in tempo reale la sfida o interagendo con l’hashtag #DirettaVn sui social.

LA CLASSIFICA – Sudtirol 44; Padova 42; Renate – FeralpiSalò 39; Triestina 33; Juventus U23 28, Virtus Verona, AlbinoLeffe 25; Trento, Pro Vercelli, Lecco 24; Seregno 23; Piacenza 22, Pergolettese 22; Mantova, PRO PATRIA 21; Fiorenzuola 20; Legnago 18, Pro Sesto 16, Giana 18.

ARBITRI – Sarà Niccolò Turrini della Sezione di Firenze ad arbitrare Pro Patria – Piacenza. A completare la terna, gli assistenti Giacomo Monaco della Sezione di Termoli e Lorenzo D’Ilario della Sezione di Tivoli. Quarto Ufficiale Alfredo Iannello della Sezione di Messina.

 

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.