Trovato il corpo senza vita di un uomo nel parcheggio della stazione Fs di Busto Arsizio

Si tratta di un 62enne di Borsano, già noto per piccoli precedenti. Indaga la Polizia Locale di Busto Arsizio che sta cercando di ricostruire le sue ultime ore di vita

Il nuovo parcheggio della stazione di Busto

Il corpo senza vita di un uomo è stato trovato nel pomeriggio di ieri, domenica, all’interno del parcheggio a servizio della stazione Fs di Busto Arsizio in via Venezia. Il ritrovamento del cadavere è stato effettuato dalla Polizia Locale di Busto Arsizio.

Si tratta di un cittadino italiano di 62 anni, residente nel rione Borsano di Busto Arsizio con piccoli precedenti. Le indagini sono condotte dai ghisa bustocchi, coordinati dalla Procura di Busto Arsizio, visionando le telecamere di sorveglianza della zona. Nulla di più, per il momento, trapela dalle indagini in corso che mirano a ricostruire la causa del decesso e se l’uomo fosse da solo o in compagnia di qualcuno. Disposta l’autopsia sul corpo per risalire ad eventuali segni di violenza.

Da tempo, infatti, la stazione Fs è al centro di problemi di sicurezza a causa di un gruppo di senza tetto che passa le giornate in quella zona.

 

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.