All’AgriMercato di Varese sostegno alle famiglie che accolgono i profughi dall’Ucraina

Al mercato del venerdì sconto del 10% su tutta la spesa nei banchi per le famiglie che hanno deciso di aprire le porte delle proprie case ai profughi ucraini

Porto Ceresio - Inaugurazione Agrimercato

«Un piccolo gesto di aiuto e vicinanza che volentieri mettiamo in atto per aiutare chi aiuta». Il presidente dell’Associazione AgriMercato di Campagna Amica Varese Paolo Zanotti lancia l’iniziativa che dopodomani – venerdì 25 marzo – vedrà impegnati i produttori agricoli a Masnago in una nuova azione di solidarietà che si affianca alla “spesa sospesa” a favore della popolazione ucraina.

Le famiglie che hanno deciso di aprire le porte delle proprie case ai profughi del Paese invaso potranno infatti beneficiare di uno sconto del 10% su tutti gli acquisti fatti al mercato che ogni venerdì mattina presso il piazzale dello stadio.

«Da subito si è attivata una gara di solidarietà che, oltre al Varesotto, ha toccato l’Italia intera – sottolinea Zanotti -. Gli agricoltori italiani continuano ad essere vicini alla popolazione ucraina sotto attacco con molteplici iniziative, anche in collaborazione con parrocchie, Comuni e associazioni. A Varese abbiamo attivato “Spesa sospesa” ormai da diverse settimane, ma abbiamo pensato di sostenere anche chi ha deciso di agire in prima persona nell’accogliere chi è fuggito dalla guerra e cerca rifugio nel nostro Paese».

 «Il nostro impegno è il segno tangibile della solidarietà della filiera agroalimentare italiana verso la popolazione ucraina – spiega il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori sottolineando che “di fronte a una situazione senza precedenti si tratta di uno sforzo corale che dimostra la capacità dell’Italia di unirsi e mobilitare risorse per sostenere un intero Paese in difficoltà. Nonostante le difficoltà che il settore sta affrontando, l’Italia che è leader europeo per valore aggiunto e qualità dell’agricoltura non può sottrarsi dall’impegno di rispondere agli appelli d’aiuto che provengono dall’Ucraina».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.