Nel 2021 la produzione italiana di robot è cresciuta oltre il 6%

Secondo i dati forniti da Siri e Ucimu-sistemi per produrre è cresciuto soprattutto il mercato interno (22,6%)

Imprese e Territorio News Prm di Morazzone

È positivo il bilancio 2021 della robotica italiana. Questo è quanto emerge dai dati Siri – Ucimu illustrati in occasione della conferenza stampa ospitata a Lamiera, manifestazione delle macchine e tecnologie per la deformazione e lavorazione della lamiera, in svolgimento a fieramilano Rho fino a domani, sabato 21 maggio.

Promosso da Siri, associazione italiana di robotica e automazione e da Fondazione Ucimu l’incontro “Robotica: un’istantanea di settore” ha visto la partecipazione di Domenico Appendino, presidente Siri Stefania Pigozzi, responsabile Centro Studi e Cultura di Impresa di Ucimu- Sistemi per produrre, Alessandro Santamaria, executive board member di IFR, Rezia Molfino, past president Siri.

Nel 2021, la produzione italiana di robot è cresciuta del 6,6%, rispetto al 2020, attestandosi a 2.220 unità. Il risultato positivo è stato determinato, esclusivamente, dall’incremento delle consegne sul mercato interno cresciute del 22,6% e attestatesi a 1.215 unità.

Le vendite sui mercati esteri si sono invece contratte fermandosi a 1.005 nuove unità, pari al 7,9% in meno delle vendite effettuate nel 2020. Particolarmente dinamica è risultata la domanda interna di robot che, dopo due anni consecutivi di calo (biennio 2019-2020), è tornata a crescere: il dato di consumo si è attestato a 11.672 nuove unità, il 50% in più rispetto all’anno precedente.

La vivacità del mercato domestico ha premiato gli acquisti dall’estero come dimostra il dato di import, risultato pari a 10.457 nuove unità installate (+54% rispetto al 2020). L’incremento del numero dei nuovi robot installati nel 2021 in Italia è risultato di quasi il 30% superiore al numero delle unità acquistate nel 2019, dunque prima della pandemia.

Se poi si considera il periodo 2008- 2021, il numero di robot venduti è passato dalle 4.556 unità del 2008, alle 11.672 del 2021, per un incremento del 156%; il tasso medio annuo di incremento delle vendite è del 7,5%. Osservando le vendite in Italia, nel 2021, l’area di applicazione predominante è quella dei robot per manipolazione che rappresenta il 72% del totale, seguono la saldatura con una quota del 10,6% , e l’assiemaggio (9,8%).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.