A Villa Mirabello visita speciale dei vertici di A2a per la mostra “La Civilità delle palafitte”

L'azienda è tra i grandi sponsor dell'esposizione, che ha avuto un grande successo come quella al Castello di Masnago sull'arte giapponese

a2a villa mirabello

Visita speciale a Villa Mirabello, dove sono arrivati i vertici della società A2A, tra i grandi sostenitori della mostra “La civiltà delle palafitte”. L’amministratore delegato della società Renato Mazzoncini e il presidente Marco Patuano sono stati accolti dal sindaco Davide Galimberti, che li ha accompagnati tra le sale espositive e il parco.

«Credo che il mecenatismo culturale sia una risorsa fondamentale per favorire la valorizzazione delle ricchezze storico culturali del territorio – ha commentato il sindaco varesino -, perché consente alle amministrazioni di intervenire con opere di sviluppo e rilancio del settore. Tra gli esempi più illustri a livello nazionale ci sono gli interventi all’Arena di Verona, agli Uffizi o al Teatro alla Scala di Milano. È sempre il mecenatismo culturale che ha permesso all’Isolino Virginia di diventare un bene pubblico, grazie al lascito della famiglia Ponti, e anche oggi il rilancio del sito archeologico, con l’allestimento della mostra multimediale, avviene grazie al prezioso supporto di sponsor e donatori».

«Il sostegno alla cultura, alle comunità e alle tradizioni locali è uno dei tratti distintivi di A2A, da sempre vicina ai territori in cui si trova ad operare – ha affermato il Presidente di A2A Marco Patuano – Come Life Company il nostro obiettivo è contribuire a migliorare la qualità della vita dei nostri clienti, dei cittadini e delle future generazioni: crediamo fortemente che la valorizzazione del patrimonio storico sia uno degli aspetti fondamentali per quel benessere delle persone che vogliamo favorire».

«La presenza di A2A nella splendida cornice di Villa Mirabello conferma il radicamento nel territorio varesino del nostro Gruppo – ha dichiarato Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato dell’azienda –, A2A persegue un modello di business basato su una visione del mondo condivisa, sostenibile e rispettosa del futuro, a cui vogliamo dare il nostro apporto quotidiano. E’ pertanto di fondamentale importanza tutelare il patrimonio culturale e fornire il nostro contributo per il futuro di questa grande eredità”.

Il percorso espositivo, allestito nelle sale dei Musei Civici di Villa Mirabello, ha come finalità la valorizzazione del patrimonio archeologico varesino, costituito dal più antico sito palafitticolo dell’arco alpino, che quest’anno festeggia i dieci anni dal riconoscimento come patrimonio mondiale dell’Unesco. Ad oggi le sale espositive hanno accolto migliaia di visitatori, di cui circa 2000 studenti solo negli ultimi mesi, mentre l’Isolino Virgina dal momento della sua riapertura ha segnato il tutto esaurito in tutti i weekend. Un successo che si accompagna anche all’altra mostra in corso al Castello di Masnago, Giappone: disegno e design, voluta per riscoprire e valorizzare un patrimonio storico unico, e che ad oggi ha accolto oltre 10 mila visitatori.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.