A Casalzuigno esonda il torrente: strade invase da fango e detriti

Il torrente che attraversa il paese è esondando trascinando sassi e detriti e colpendo automobili e abitazioni. Il sindaco: "Siamo alluvionati"

Il fiume che esonda e si porta via tutto. Casalzuigno, paese della Valcuvia, è stato duramente colpito dal temporale che ha interessato tutto il Varesotto nel pomeriggio di domenica 5 giugno. Una pioggia intensa che in pochi minuti ha fatto esondare il torrente che attraversa il paese, trascinando con se tutto quello che ha trovato: macchine, muretti, alberi trascinati per le vie del piccolo paese della Valcuvia.

Galleria fotografica

Casalzuigno colpita dal maltempo, straripato il torrente 4 di 16

«Siamo alluvionati, qui c’è il disastro», le prime parole del sindaco Danilo De Rocchi che insieme ai Vigili del Fuoco e ai volontari della Protezione Civile è sceso in strada per aiutare, dove possibile.

Le strade al momento sono piene di sassi, le case sono state invase dal fango, mentre i cittadini cercano di liberare stradine e vie d’accesso. Fortunatamente non si segnalano persone ferite.

Per far fronte alle richieste arrivate da tutta la zona sono stati richiamati in servizio diversi vigili del fuoco e sono giunte in supporto alcune squadre dai comandi di Milano e Monza-Brianza.

di
Pubblicato il 05 Giugno 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Casalzuigno colpita dal maltempo, straripato il torrente 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.