Dal 10 al 20 ottobre la consultazione sul mercato di Sesto Calende

L’annuncio del sindaco Buzzi in consiglio comunale. Centro storico o campo sportivo? I sestesi voteranno, sedicenni e diciasettenni compresi, all’ufficio demografico per dieci giorni. Venerdì 21 lo spoglio

mercato sesto

Dopo quasi un anno di discussioni, vagliate spesso anche all’ordine del giorno in consiglio comunale, la data, anzi le date, che stabiliranno la posizione definitiva del mercato di Sesto Calende sono state finalmente annunciate dal sindaco Giovanni Buzzi: La consultazione popolare si svolgerà in più giornate, dal 10 al 20 ottobre.  

La chiamata al voto, che includerà anche i sedicenni e i diciasettenni (confermato il quorum al 30%), non è in realtà la prima votazione indetta nella città sul Ticino: dieci anni fa, nel 2012, ai sestesi fu data l’ultima parola sulla possibile realizzazione di una centrale biomassa (vinse il “no”, con 1357 voti contrari su 1.446 votanti, 88 favorevoli e una scheda nulla).

Il “referendum” – termine improprio, ma che ci risparmia una ripetizione – di ottobre presenterà come domanda “Dove vuoi che venga che si svolga il mercato settimanale?” e due opzioni “Zona campo sportivo” (posizione attuale, a partire dall’inizio dell’emergenza sanitaria) – “Zona centro storico” (posizione ultracentenaria, a partire dal 1786, come ricordato da Insieme per Sesto). Un referendum semplice, senza ambiguità, parola della giunta: «La consultazione sarà molto chiara, chi andrà a votare saprà bene dove e cosa significhi mettere la propria croce» ha spiegato il primo cittadino Buzzi in consiglio comunale, con una premessa sul perché nel maggio 2020 furono spostati i banchi:

«L’amministrazione comunale ha fatto uno sforzo notevolissimo per consentire lo svolgimento del mercato anche durante il periodo del covid, scegliendo di spostarne la sede lungo Viale Lombardia e Via Capricciosa dal momento che non sarebbe stato possibile, per lo meno nella sua interezza, continuare nel centro storico. La strada della consultazione popolare ci è sembrata la condizione democratica per la scelta definitiva sul posizionamento, in modo tale che siano i sestesi a decidere il luogo che ritengono più idoneo».

MERCATO SESTO CALENDE, DOVE E QUANDO POTER VOTARE:

Si voterà per il futuro del mercato all’interno del Palazzo Comunale (ufficio demografici/protocollo) per 10 giorni, da lunedì 10 fino a giovedì 20 ottobre (escluso unicamente domenica 16), dalle 8:30 alle 13:30 di lunedì, mercoledì e venerdì, mentre gli orari del martedì e del giovedì vanno dalle 8:30 alle 12:30 del mattino e al pomeriggio dalle 14:30 alle 17:30.

«Abbiamo scelto di non estendere il voto a due settimane “piene”, includendo tuttavia anche sabato 15, per fare in modo che lo spoglio non fosse rimandato a lunedì 24 ottobre – precisa Buzzi -. Il regolamento prevede infatti lo scrutinio delle urne al primo giorno lavorativo utile dopo la chiusura del seggio, che dunque sarà venerdì 21 ottobre».

LA TABELLA DEGLI ORARI:

lunedì 10 ottobre ore 8:30-13:30; martedì 11 ottobre ore 8:30-12:30 poi 14:30-17:30; mercoledì 12 ottobre 8:30-13:30; giovedì 13 ottobre ore 8:30-12:30 poi 14:30-17:30; venerdì 14 ottobre 8:30-13:30; sabato 15 ottobre 10:00-16:00; lunedì 17 ottobre 8:30-13:30; martedì 18 ottobre ore 8:30-12:30 poi 14:30-17:30; mercoledì 19 ottobre 8:30-13:30; giovedì 20 ottobre ore 8:30-12:30 poi 14:30-17:30

di
Pubblicato il 16 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.