Il liceo Ferraris di Varese compie 80 anni: festa al Salone Estense per prepararsi al futuro

Sabato 3 dicembre, si discuterà di passato, di presente, di futuro e di umanesimo digitale. Oltre alle istituzioni cittadine, ci saranno tre ex presidi che ricorderanno alcune tappe dello scientifico varesino

Primo giorno di scuola liceo Ferraris Varese

Il liceo Ferraris di Varese compie 80 anni. Venne istituito con Regio Decreto il 18 settembre 1942. Tante generazioni di varesini, e non solo, hanno frequentato le aule dello scientifico che ebbe una prima sede nell’edificio del liceo classico, per poi trasferirsi nella cittadella di via XXV Aprile e approdare nel 1977 nell’attuale sede di via Sorrisole a Masnago. 

Per festeggiare l’importante traguardo, sabato 3 dicembre, nel Salone Estensi di via Sacco, dalle ore 10.15,  si terrà un evento a cui prenderanno parte, oltre al sindaco Davide Galimberti e al direttore dell’Ufficio scolastico Giuseppe Carcano, l’attuale dirigente Marco Zago ed ex presidi come Franca Borgogni Spinelli e Antonio Micalizzi. 

« Sarà una giornata improntata al dialogo tra presente e futuro – spiega il dirigente Zago – ricorderemo le tappe passate come il passaggio tra il ruolo di preside a quello di dirigente che verrà approfondito dalla professoressa Borgogni, o quella del potenziamento della vocazione scientifica con l’introduzione del percorso di scienze applicate che verrà spiegato dal professor Micalizzi. Parlerà, da ex preside, anche il direttore dell’Ufficio scolastico Carcano perchè, con lui ,il Ferraris avviò una prima sperimentazione quadriennale e poi puntò sull’internazionalizzazione».

La mattinata servirà a fare il punto sul cammino fatto in questi 80 anni dal Ferraris, che ha visto passare personaggi di spicco a diversi livelli della vita istituzionale, sociale ed economica, ma affronterà anche il futuro con la sfida del nuovo umanesimo digitale dove all’uomo sarà chiesto di rimanere al centro della rivoluzione tecnologica in atto: « Il liceo scientifico – sottolinea il dirigente Zago – ha saputo, in 80 anni, avvicinare i ragazzi e, oggi soprattutto, le ragazze al mondo scientifico, alle STEM. È stato in grado di stare al passo con lo sviluppo e il succedersi di vocazioni. Oggi il Ferraris ha 1380 studenti suddivisi in 55 classi. Propone il percorso tradizionale e quello di scienze applicate, ma anche il quadriennale che è stato rimodulato. Offre un corso con il potenziamento di inglese e uno con ore di matematica e fisica in più». 

Alla mattinata prenderanno anche parte una studentessa di quinta, Marta Vedani, e il presidente del consiglio di Istituto Salvatore Zavaglia a cui spetterà il compito di spiegare quale collaborazione esiste tra la scuola e i genitori: « C’è un forte attaccamento e si sente molta partecipazione – assicura il dirigente – Io condivido spesso le scelte con la componete dei genitori e dei ragazzi, perchè trovo collaborazione e uno spirito propositivo per migliorare costantemente. Si sente che la città ha un legame forte con questo liceo. Iscriversi è una tradizione: qui si ritrovano studenti, fratelli di ex studenti che hanno avuto a loro volta genitori ferrarini. Anche l’associazione Ex Alunni è sempre presente e di grande supporto. È una storia sicuramente non inedita di un legame tra la scuola e la città: ma a me interessa che città e liceo colloquino e lavorino insieme per costruire occasioni formative sempre migliori e al passo con il futuro, per formare giovani che saranno poi in grado di restituire valore al territorio». 

Sabato mattina parlerà anche il professor Fabio Minazzi dell’Università dell’Insubria che affronterà il tema dell’umanesimo scientifico e la sua rilevanza strategica per il nostro futuro. In mondo sempre più digitalizzato e robotizzato l’uomo resterà il centro nevralgico.

Buon compleanno Ferraris: la città festeggia i 75 anni del liceo

di
Pubblicato il 29 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.