L’influenza si presenta con largo anticipo e colpisce soprattutto bimbi e ragazzi

In netto aumento il tasso di contagio in tutta Italia. La Lombardia da 15 giorni evidenzia un'incidenza "media" grazie alla bassa circolazione tra gli over65. Livelli molto alti tra 0 e 14 anni

influenza

In largo anticipo, rispetto all’andamento precovid, il virus dell’influenza ( e tutte le forme para influenzali) è arrivato ed è diffuso. Lo afferma Influnet, il rapporto dell’Istituto superiore di sanità che raccoglie i dati dei medici sentinella sparsi sull’intero territorio nazionale.  A far crescere il numero delle sindromi simil-influenzali, in queste prime settimane di sorveglianza, hanno concorso anche altri virus respiratori.

Nella settimana tra il 14 e il 20 novembre, l’incidenza è stata pari a 9,5 casi per mille assistiti ( era 6,9 nella settimana precedente).

L’incremento si registra in tutte le diverse fasce di età  ma risultano maggiormente colpiti i bambini al di sotto dei cinque anni in cui l’incidenza è pari a 29,6 casi. 

CASI IN ITALIA

Durante la settimana 46 del 2022 sono stati segnalati 562 campioni clinici ricevuti dai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet e, tra i 494 analizzati, 182 (36,8%) sono risultati positivi per influenza, tutti di tipo A (154 di sottotipo H3N2, 10 H1N1pdm09 e 18 non ancora sottotipizzati).

Nell’ambito dei suddetti campioni analizzati, 24 (4,8%) sono risultati positivi per SARS-CoV-2, mentre 91 sono risultati positivi per altri virus respiratori, in particolare: 35 Rhinovirus, 32 RSV, 10 virus Parainfluenzali, 8 Adenovirus, 4 Coronavirus umani diversi da SARS-CoV-2 e 2 Bocavirus

INDAGINE EPIDEMIOLOGICA

Nella settimana tra il 14 e il 20 novembre  i casi stimati in Italia sono 560.200 ( contro i 410.000 della settimana precedente e i 296.800 di 15 gg fa), per un totale di circa 1.790.000 casi a partire dall’inizio della sorveglianza ( in ottobre).

SITUAZIONE IN LOMBARDIA

La Lombardia da due settimane mostra valori elevati: l’incidenza totale è di 14 casi ogni 1000 assistiti. I più colpiti sono i bambini piccoli, fascia 0 – 4 anni, dove il tasso è del 39 per mille, passiamo al 21 per mille nella fascia 5 – 14 anni, e  si riduce al 13 per mille tra i 15 e i 64 anni per arrivare al 6 per mille tra gli over 65 la popolazione coinvolta nella campagna vaccinale.

Ricordiamo che le soglie della stagione in corso per l’Italia sono: 3,16 casi per mille assistiti (livello basale), 9,37 (intensità bassa), 14,37 (intensità media), 17,36 (intensità alta), oltre 17,36 (intensità molto alta). La situazione, dunque, ha visto il superamento della soglia di incidenza molto elevata per la fascia tra 0 e i 14 anni.

INDAGINE VIROLOGICA

Sono stati segnalati, attraverso il portale InfluNet, 562 campioni clinici ricevuti dai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet e, tra i 494 analizzati, 182 (36,8%) sono risultati positivi per influenza, tutti di tipo A (154 di sottotipo H3N2, 10 H1N1pdm09 e 18 non ancora sottotipizzati).

Nell’ambito dei suddetti campioni analizzati, 24 (4,8%) sono risultati positivi per SARS-CoV-2, mentre 91 sono risultati positivi per altri virus respiratori, in particolare: 35 Rhinovirus, 32 RSV, 10 virus Parainfluenzali, 8 Adenovirus, 4 Coronavirus umani diversi da SARS-CoV-2 e 2 Bocavirus.

Nel periodo antecedente l’inizio della sorveglianza virologica, diversi laboratori regionali hanno segnalato, attraverso il portale InfluNet, casi di infezione da virus influenzale in Italia. In particolare, dall’inizio del mese di agosto fino al 13 novembre (settimane 31- 45/2022), sono stati segnalati in totale 298 campioni positivi per influenza, tutti di tipo A (261 di sottotipo H3N2, 19 H1N1pdm09 e 18 A non sottotipizzati). In Figura 5 viene riportata la distribuzione dei campioni positivi per influenza comunicati dai diversi laboratori InfluNet nel suddetto periodo.

ANDAMENTO IN EUROPA 

L’ECDC (TESSy) riporta livelli medi o alti di attività dei virus influenzali in almeno quattro paesi membri. Sui campioni raccolti dai medici sentinella nella 45a settimana di sorveglianza del 2022, è stata segnalata una positività del 13% al virus influenzale, in aumento rispetto alla settimana precedente (8%) e al di sopra della soglia epidemica del 10%.

Nella 45 a settimana del 2022, vengono riportati i dati relativi a 1.179 identificazioni virali.
In particolare:
1.053 (89%) virus sono risultati appartenere al tipo A; dei 219 virus sottotipizzati, 115 (53%) sono risultati A(H1)pdm09 e 104 (47%) A(H3).
126 (11%) virus sono risultati appartenere al tipo B; tutti i 56 ceppi per i quali è stato caratterizzato il lineaggio sono risultati B/Victoria

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 28 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.