Varese News

“I voli ecologici non esistono, anche a Malpensa è greenwashing”

L'Unione dei Comitati dopo l'annuncio di uso, nel Cargo di Malpensa ,di carburanti parzialmente derivati da riciclo di olio: "Controproducente alimentare la suggestione che sia possibile volare senza danno al clima"

Malpensa DHL Esxpress

I voli alimentati con carburanti che ricicla gli oli? «È semplice greenwashing». L’UniCoMal, l’unione dei comitati di Malpensa, non ha dubbi: «si lascia credere alla gente che l’aviazione sarà presto ecologica», ma non è una realtà che migliora davvero il quadro dell’impatto dell’aviazione civile.

Passo indietro: nella giornata di mercoledì Sea, Dhl ed Eni hanno presentato «un accordo in base al quale a fine 2022 partiranno 28 voli da Malpensa “anche” con carburante “sostenibile” SAF».

«Ma il SAF non eliminerà la produzione di CO2, semplicemente la potrà diminuire; non dimentichiamo inoltre che pur con una eventuale riduzione di CO2 prodotta dai motori ci sarà sempre l’emissione di altri gas inquinanti come NOX, PM, ecc. che nella nostra Pianura Padana conosciamo bene perché responsabili di decine di migliaia di morti l’anno. Quindi è completamente fuori luogo fare annunci trionfalistici e parlare di “voli ecologici”. Questo è semplice greenwashing».

Già ad agosto Uni.Co.Mal. aveva espresso la pericolosità di facili affermazioni scrivendo al Ministero delle Infrastrutture «per segnalare quanto sia controproducente alimentare la suggestione che sia possibile volare senza danno al clima, perpetuando l’illusione che non bisogna cambiare nulla nel nostro modo di intendere e vivere la mobilità e che non occorre ridurre il numero dei voli. Si susseguono infatti le promesse di carburanti non inquinanti, che potranno essere realizzati solo in un lontano futuro, mettendo a grave rischio il raggiungimento dei limiti d’emissione di CO2 auspicati dalle Conferenze mondiali sul clima. Uni.Co.Mal. chiede ai Ministeri delle Infrastrutture e dell’Ambiente di contrastare con forza queste dichiarazioni emettendo provvedimenti severi e perentori».

UniCoMal vuole contrastare questa visione e cita ad esempio «una multa per pubblicità ingannevole comminata dall’Autorità austriaca alla Compagnia Austrian Airlines (gruppo Lufthansa) che aveva reclamizzato il volo Rotterdam-Venezia come CO2-neutrale, cioè senza emissioni. Questa notizia in Italia è passata sotto silenzio».

«Abbiamo trovato molto divertente la distribuzione di boccette d’acqua (eau d’hydrogène) per una futura conversione degli aerei ad idrogeno che a detta di Brunini (Ceo SEA) partirà solo dal 2035 (sempre promesse a lungo termine). Noi di UniCoMal abbiamo pensato di regalare un nuovo tipo di parfum pour dames “eau de Malpensa 2022” a base di semplice cherosene che emettono gli aerei in fase di decollo e atterraggio e che le signore dei paesi limitrofi all’aeroporto conoscono bene, senza aspettare il 2035».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 22 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.