Il professor Michele Francesco Surace nominato direttore dell’Ortopedia e Traumatologia Cittiglio-Angera

Eseguirà quest'anno circa 1500 interventi. Fiore all’occhiello, la chirurgia protesica, con oltre 400 protesi impiantate nel 2022 tra anca, ginocchio e spalla

Prof. Michele Francesco Surace Direttore dell'Ortopedia e Traumatologia di Cittiglio e Angera

Il professore Michele Francesco Surace è stato nominato direttore dell’Ortopedia e Traumatologia di Cittiglio e Angera.
Questa nomina, in accordo con l’Università dell’Insubria, ha contestualmente ufficializzato il ruolo dei due nosocomi del Verbano quali Ospedali di insegnamento, un ruolo strategico ulteriore rispetto a quello, già consolidato, di riferimenti sanitari territoriali.

Il professor  Michele Francesco Surace è nato a Milano nel 1971, dove è cresciuto e si è laureato cum laude nel 1996.
Specializzato all’Università dell’Insubria, sempre col massimo dei voti nel 2001, ha svolto una fellowship a Chicago per la chirurgia protesica di anca e ginocchio. In oltre vent’anni di servizio all’Ospedale di Circolo di Varese, ha svolto tutte le tipologie di chirurgia ortopedica e traumatologica. Professore associato di Malattie dell’apparato locomotore dal 2006 e prima ricercatore universitario per 5 anni, dirige la Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia all’Università dell’Insubria dal 2016 ed è presidente del Corso di Laurea in Fisioterapia, sempre dell’Insubria, dall’anno successivo.

Il professore Surace ha il doppio merito di aver potenziato l’attività ortopedica di Cittiglio e di Angera, sia dal punto di vista quantitativo, sia dal punto di vista della complessità dei casi trattati, e di aver fondato una sede di insegnamento e formazione di grande appeal anche per il carattere particolarmente innovativo che ha saputo dare al centro.
Per quanto riguarda l’attività clinica, l’Ortopedia e Traumatologia di Cittiglio ed Angera eseguirà quest’anno circa 1500 interventi. Fiore all’occhiello, la chirurgia protesica, con oltre 400 protesi impiantate nel 2022 tra anca, ginocchio e spalla. Numeri che la posizionano tra i migliori centri a livello regionale, con liste di attesa, attualmente quantificabile tra le 6 e le 8 settimane, che permettono un rapido soddisfacimento delle necessità del territorio e rappresentano un motivo di attrazione anche per i pazienti provenienti dalle province limitrofe.
Ad altissimo livello di specializzazione anche le chirurgie artroscopiche di ginocchio e spalla, e quella del piede e della mano.

Tutti gli interventi vengono eseguiti con tecniche mininvasive all’avanguardia. A completare l’offerta, l’attività traumatologica sia del giovane che dell’anziano, con una particolare attenzione proprio ai casi geriatrici, grazie all’ambulatorio specializzato nel trattamento dell’osteoporosi.
Sul fronte dell’insegnamento, invece, l’Ortopedia di Cittiglio e Angera è sede della Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dell’Università degli Studi dell’Insubria, seconda in Lombardia per assegnazione di borse di studio ministeriali, ed è centro di formazione riconosciuto ed ambito dai medici in formazione a livello nazionale.
La attività di ricerca del team diretto dal professor Surace, in collaborazione con il Centro di Ricerche Interdisciplinari di Patologia e Chirurgia dell’Apparato Locomotore dell’Insubria, ha già prodotto la pubblicazione di numerosi lavori scientifici, presentazioni a corsi e congressi nazionali ed internazionali e l’organizzazione di eventi formativi locali e congressi, che culmineranno nel 2023 con l’organizzazione proprio in provincia di Varese del congresso annuale della SPLLOT (Società Piemontese, Ligure e Lombarda di Ortopedia e Traumatologia), di cui il prof. Surace è attualmente presidente.

“La valorizzazione dei presidi che in gergo tecnico si definiscono spoke, come appunto Angera e Cittiglio, – tiene a sottolineare il Direttore Generale, Gianni Bonelli – ha rappresentato un obiettivo prioritario per la mia direzione. Sono particolarmente orgoglioso di poter dire che, grazie a questa importante conferma del ruolo del professor Surace, si legittima al contempo anche il ruolo particolarmente strategico di queste sedi, tutt’altro che secondarie nella rete aziendale e oltre. Nello stesso giorno in cui mi sono insediato come Direttore Generale a Varese, l’Ospedale di Angera è entrato a far parte dell’Azienda: funzionava grazie a delle convenzioni con l’ASST di provenienza, in virtù delle quali il personale che vi prestava servizio lo avrebbe fatto ancora per pochi mesi. Il processo di integrazione dell’Ondoli nella rete di ASST Sette Laghi è partito in salita ed è stato sfidante, ma il risultato ripaga di un grande sforzo organizzativo e, di conseguenza, collettivo, rendendo questi Ospedali dei riferimenti non solo per il territorio che sono chiamati a servire, ma sono attrattivi per pazienti provenienti da altre aree e sono a tutti gli effetti degli Ospedali di insegnamento in cui la presenza dell’Università dell’Insubria gioca un ruolo centrale e strategico. Non solo è stata rilanciata l’Ortopedia, con risultati straordinari dal punto di vista dell’attività e della didattica, ma anche l’ambito ginecologico e pediatrico sono andati crescendo e, da ultimo, ma solo in termini temporali, la chirurgia, da poco affidata alla Direzione del dottor Stefano Rausei che, grazie ad un lavoro di squadra da parte di un’équipe molto affiatata, è riuscito in poche settimane a potenziare tanto l’attività ambulatoriale, quanto quella chirurgica”

“La nomina del professor Surace, – commenta il Rettore dell’Università dell’Insubria, professor Angelo Tagliabue – frutto della stretta collaborazione tra l’Università e la ASST Sette Laghi, è un successo per il nostro Ateneo e un arricchimento per il territorio. La Scuola di Ortopedia, che ha sede a Cittiglio ed Angera, è tra le quotate a livello nazionale e regionale ed è molto apprezzata dai nostri studenti. Essere presenti con la formazione e la ricerca Insubria in una rete sanitaria allargata è un valore per l’università anche dal punto di vista della Terza Missione”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 06 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.