Non si trova l’accordo tra Comune di Tradate e Polizia locale, confermato lo stato di agitazione

Fallito anche il secondo tentativo di conciliazione tra Amministrazione comunale e polizia locale che si è svolto ieri mattina in Prefettura. Al centro della vertenza orari di lavoro, turni e buoni pasto

Polizia Locale

Nuova fumata nera per la vertenza che da alcuni mesi oppone la Polizia locale di Tradate all’Amministrazione comunale. Nella mattinata di ieri si è svolto in Prefettura il secondo tentativo di conciliazione tra i rappresentanti dell’Amministrazione comunale e i rappresentanti sindacali degli agenti della Polizia locale, ma anche questa volta l’accordo non si è trovato.

La Uil, rappresentata dal sindacalista Antonio Durante, non ha ritenuto soddisfacenti le risposte dell’Amministrazione in merito ai punti sul tavolo, e in particolare sull’orario di lavoro, modificato nel 2022.

Nel precedente incontro la rappresentanza sindacale aveva chiesto all’Amministrazione e al comandante di pianificare i turni per almeno sei mesi, cosa che è stata fatta, ma anche una diversa proposta per quanto riguarda l’organizzazione dei turni, aspetto su cui non è stato trovato un accordo tra le parti.

«Nonostante le problematiche sollevate e ripetute da parecchi mesi, l’Amministrazione è rimasta ferma sulle sue posizioni, chiedendo al servizio di Polizia Locale di lavorare su sette giorni, da lunedì alla domenica, con un organico che a nostro parere non garantisce i contingenti minimi per lavorare in sicurezza – spiega Antonio Durante, segretario Enti Locali della Uil Fpl di Varese –  Nell’esposizione dei turni fatta dal comandante si evince che il sabato, la domenica e il lunedì, ad oggi ci si trova a lavorare in due unità per turno, senza l’appoggio della Centrale operativa e con il rischio di servizi scoperti e personale sotto pressione costantemente. Non si tiene conto del servizio e del ruolo dell’agente di Polizia locale, e non vi è nessuna attenzione alla salute e al benessere psicofisico di lavoratori, che per il
ruolo che rivestono, sono costantemente soggetti alle pressioni di cittadini che vorrebbero sempre più presenza sul loro territorio e di amministratori che pretendono sempre di più senza alcun riconoscimento».

La Uil anticipa che vigilerà sull’andamento della situazione e si attiverà per segnalare ai vari organi competenti eventuali mancanze o comportamenti fuori dalle norme contrattuali, e conferma lo stato di agitazione. In una prossima assemblea del personale si decideranno le eventuali azioni sindacali da intraprendere.

Il nuovo orario di lavoro non va bene agli agenti, la Polizia Locale di Tradate apre lo stato di agitazione

 

di
Pubblicato il 22 Aprile 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.