“Più formazione per combattere gli incendi”, sul Lago Maggiore nasce l’accademia per i volontari

Si chiama "Accademy Forest Fire Training School" ed è il nuovo modo con cui il COAV Valli del Verbano forma i suoi volontari nell'antincendio boschivo. Corsi intensivi e residenziali per avere un numero minore di volontari ma più formati e motivati

La Accademy Forest Fire Training School

Spegnere un incendio non è un gioco, specialmente quando è nei boschi. Serve coraggio, energia, motivazione ma sopratutto formazione. Ed è proprio partendo da questo ultimo punto che dal 2020 il coordinamento dell’antincendio per le Valli del Verbano ha lanciato un nuovo modello di corsi per chi si vuole approcciare a questo mondo lanciando una vera e propria accademia: Forest Fire Training School.

Galleria fotografica

La Accademy Forest Fire Training School 4 di 17

«Negli anni ci siamo resi conto che la formazione standard non era più sufficiente per supportare al meglio gli eventi reali sul territorio -spiega Dario Bevilacqua, referente operativo dell’antincendio boschivo di comunità montana e Direttore delle Operazioni di Spegnimento (DOS)-. Così abbiamo proposto dei programmi diversi, con più ore ma più concentrate, per avere una formazione pratica e immediata». La ricetta prevede due weekend in residenzialità sul Cuvignone in modo da imparare le nozioni ed esercitarsi immediatamente. «Una full immersion che consente anche «di far legare subito i nostri volontari tra loro, un altro elemento che per noi è di fondamentale importanza».

«Tutte le volte che realizziamo un corso di formazione facciamo un vero e proprio investimento sui volontari -spiega Fabio Bardelli, responsabile servizio AIB di comunità montana-. Così abbiamo deciso di puntare maggiormente sulla qualità della formazione rispetto alla quantità dei nuovi volontari: scegliere di passare un weekend di questo tipo è già un buon modo per selezionare chi è più motivato». Una scelta che dopo tre corsi base e due da capi squadra ha già dato i suoi frutti «con volontari più presenti e una capacità negli interventi migliore».

Un cambiamento di formazione avvenuto con l’avallo e il supporto di tutta la Comunità Montana. «Noi possiamo fare affidamento su 25 associazioni tra antincendio boschivo della protezione civile e associazioni, coordinando 300 volontari dell’antincendio boschivo -spiega Marco Fazio, assessore delegato protezione civile e antincendio boschivo-. La scelta di puntare molto sulla formazione è anche per avere i nuovi volontari attivi il prima possibile oltre a offrire continui aggiornamenti a chi è già all’interno dell’organizzazione». È anche per questo che in autunno verrà organizzata una maxi esercitazione aperta a tutti gli uomini e le donne del Coav Valli del Verbano.

 

di
Pubblicato il 12 Agosto 2023
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La Accademy Forest Fire Training School 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.