Il liceo Ferraris di Varese finalista al Festival europeo “Science on stage” con il progetto di fisica per bambini

Prima della pandemia oltre 1000 bimbi delle scuole di infanzia e primaria avevano frequentato i laboratori del liceo per imparare la fisica. Il progetto rappresenterà l'Italia alla finale europea che si svolgerà in Finlandia nell'agosto 2024

docenti di matematica fusi e pavan

Chi ha detto che la fisica non è per bambini? Il liceo Ferraris di Varese ha accolto e incuriosito oltre mille bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e del primo triennio della primaria parlando di formule, reazioni, leggi. Dopo l’esperienza più che positiva, terminata bruscamente a causa dell’emergenza pandemica, lo scientifico è pronto a rispolverare “Scienze per i piccoli”, il progetto del laboratorio di fisica e matematica per i più piccoli.

I BAMBINI SONO CURIOSI

« L’idea era nata un po’ per caso – ricorda la docente di fisica e matematica Antonella Fusi che ha ideato e proposto il lavoro insieme alla collega Michela Pavan – Era un’esigenza che avevamo colto tra le maestre delle scuole dell’infanzia che volevano avvicinare gli allievi al mondo scientifico. Quando, durante un’attività di orientamento, visitammo come liceo la sede di Como dell’Università dell’Insubria, ci rendemmo conto che era possibile proporre attività molto semplici ma stimolanti per incuriosire i bambini. Quella è un’età incredibile, dove tutto viene accolto con meraviglia».

DAL CONCETTO SCIENTIFICO AL MODELLO IN LABORATRIO

L’idea ha poi coinvolto, in un percorso di PCTO ( l’ex alternanza scuola lavoro) alcuni studenti che hanno pensato agli esperimenti da proporre: « Sono partiti dal concetto scientifico – ricorda la docente Pavan – e hanno costruito l’esperimento di laboratorio adatto ai bambini individuando l’elemento da trasmettere.  Quattro i temi, come gli elementi:  terra, acqua, aria e fuoco. Un’attività semplice e comprensibile che permettesse ai più piccoli di comprendere il processo collegato. Le diverse fasi sono state davvero molto entusiasmanti: gli studenti del liceo si sono preparati in un modo differente, abbinando la teoria all’applicazione e individuando il messaggio di base da passare ai piccoli scienziati».

Gli studenti si sono occupati di ogni fase: progettazione, realizzazione ma anche convocazione e gestione dei gruppi in visita: « Un’esperienza formativa ampia e molto gradita – assicura la docente Fusi – hanno rafforzato le conoscenze e sviluppato nuove conoscenze e abilità».

IL FESTIVAL EUROPEO PER PROMUOVERE LE STEM

In attesa di rimettere il moto il processo, le due insegnanti del liceo hanno partecipato con “Scienze per piccoli” a un concorso promosso dall’Unione Europea per avvicinare i bambini alle “STEM”: « Ci siamo candidate, quasi per caso, e siamo state scelte tra le ambasciatrici dell’Italia al Festival “Science on stage” che si svolgerà in Finlandia a Turku nell’agosto del 2024. Saremo presenti con il nome del nostro liceo, insieme ad altre 10 scuole italiane, in un confronto tra istituti di altri paesi. Per noi è una bella soddisfazione e credo si un punto di vanto anche per il Ferraris che dimostra il proprio radicamento sul territorio».

UNA NUOVA IDEA DI SCUOLA AL FERRARIS

Decisamente positivo è il commento del dirigente del liceo Ferraris Marco Zago: « È un’attività di orientamento molto efficace. Un’offerta attrattiva per le scuole primarie ma è anche una modalità diversa di fare scuola. In questa direzione sta andando il nostro liceo per dare più spazio alle materie STEM e potenziare fisica e matematica in modo più organico. Un’idea di scuola che si sta sviluppando al Ferraris con modelli di apprendimento diversificati».

La lezione frontale lascia spazio a sistemi di apprendimento più coinvolgenti e dinamici: « Chiaro che l’Esame di Stato finale pone dei paletti alla capacità di innovare perchè i ragazzi sono chiamati a sostenere prove finali molto complesse. Ma l’innovazione non può che ampliare i risultati di apprendimento».

Piccoli scienziati cercansi: il liceo Ferraris di Varese torna ad aprire i suoi laboratori.

di
Pubblicato il 10 Ottobre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.