Con la cancellazione del volo per New York Ita Airways abbandona definitivamente Milano Malpensa

Come anticipato tre settimane fa da indiscrezioni giornalistiche, dall'8 gennaio la compagnia cancella l'ultimo volo "Az", ereditato dalla vecchia Alitalia. La chiusura di un disimpegno decennale dallo scalo di Milano

Ita Airways Malpensa

Dall’8 gennaio Ita Airways non opererà più il volo da Milano Malpensa a New York, l’ultima tratta rimasta alla compagnia a Malpensa (tratte a più breve raggio partono da Linate).

La notizia era stata anticipata da Leonard Berberi sul Corriere della Sera a inizio novembre. Nell’articolo la chiusura era ancora citata come ipotesi, si ventilava che una qualche opposizione della politica lombarda potesse influire sulla decisione finale, ma in effetti la cancellazione del volo non ha suscitato grandi proteste.

Un volo intercontinentale ha un elevato valore per la produzione di reddito a livello locale (ad esempio: la aziende di catering producono molti pasti, il personale a bordo è più numeroso e così via). Da questo punto di vista un volo in meno è un danno.
Ma d‘altra parte la concorrenza sulla rotta da Milano a NYC è serrata e l’offerta ampia: rimangono infatti i voli  operati da Emirates, Delta, American Airlines, United, l’italiana Neos e la francese La Compagnie. Ed è forse per questo che l’addio di Ita non ha suscitato particolari reazioni a Milano o nel Varesotto, territorio di riferimento dell’aeroporto.

In ogni caso la soppressione del volo per New York è storica perché completa il lungo processo di disimpegno di Alitalia/Ita dallo scalo di Malpensa, durato quindici anni, dal “dehubbing” del 2017-18, che aveva lasciato all’aeroporto a lungo raggio di Milano solo pochi voli man mano soppressi (il più celebre, oltre a NYC, era Tokyo).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 29 Novembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Giulio Moroni
    Scritto da Giulio Moroni

    Ce ne faremo una ragione.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.