Arrestata a Bergamo una donna accusata di aver soffocato i suoi due bambini

La madre avrebbe inscenato la morte per soffocamento da rigurgito. La Procura insospettita dall'identica dinamica ha disposto l'autopsia dei due bimbi

carabinieri

È stata arrestata nella Bergamasca questa mattina, sabato 4 novembre, una donna di 27 anni di origine indiana. Contro di lei un’accusa molto pesante: avrebbe ucciso i suoi due figli, una bimba di 4 mesi e un maschietto di due.

I fatti risalgono all’ottobre dello scorso anno e al 2021. Ed è stata la morte del bimbo a far emergere alcuni sospetti per le coincidenze con la scomparsa della sorellina avvenuta due anni prima. In entrambi i casi la morte era avvenuta quando la donna era a casa da sola e per soffocamento da rigurgito di latte come aveva denunciato la donna chiamando i soccorsi.

Così la Procura ha disposto l’autopsia del piccolo e poi la riesumazione del corpo della bimba per eseguire le indagini. I riscontri ottenuti hanno indotto gli inquirenti ad accusare la donna di duplice infanticidio.

La donna è di origine indiana, adottata da una famiglia bergamasca.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 04 Novembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.