In nome della sostenibilità l’austriaca Borealis compra Rialti spa di Taino

L'azienda, nata 40 anni fa a Sesto Calende, produce 50 mila tonnellate di compound basati su materiali riciclati. Con la sua acquisizione Borealis accelera la sua transizione verso un modello di economia circolare

In ricordo di Mattia Dal Toso: anche quest’ anno Rialti conferma il forte impegno nelle attività solidali.

Rialti spa, azienda del settore plastica nata quarant’anni fa a Sesto Calende  e poi trasferitasi a Taino, è stata acquistata dalla multinazionale austriaca Borealis, che conta dieci siti produttivi sparsi nel mondo, tra cui anche quello di Monza, e dà lavoro a 6mila persone.
L’azionista di riferimento di Borealis con il 75% delle azioni è Omv, società internazionale di energia, combustibili e prodotti chimici quotata sulla Borsa di Vienna, mentre il restante 25% è di proprietà della Abu Dhabi National Oil Company con sede negli Emirati Arabi Uniti.

IN NOME DELLA SOSTENIBILITÀ
Borealis è uno dei principali fornitori globali di soluzioni avanzate e sostenibili basate sulle poliolefine, materie plastiche che si distingue per l’elevata resistenza agli agenti chimici e per l’elevata versatilità. Con questa acquisizione l’azienda austriaca accelera la sua transizione verso un modello di economia circolare.
Rialti spa, con un fatturato di 50 milioni di euro (dato del 2021),  è infatti uno dei leader del mercato europeo nella produzione di compound di polipropilene sostenibili, con particolare attenzione alle materie prime riciclate meccanicamente da rifiuti post-industriali e post-consumo, utilizzati dall’industria dell’automotive per realizzare cruscotti, bocchette dell’aria, copricerchi, profili per i finestrini e molti altri prodotti.
Borealis consolida in questo modo la sua posizione di mercato, aggiungendo al portafoglio circa 50 mila tonnellate di compound basati su materiali riciclati.

I COMMENTI
«Il riciclaggio meccanico è un elemento fondamentale del nostro modello circolare integrato a cascata, che definisce il nostro percorso verso una rivoluzione positiva per le materie plastiche, circolare nell’ambito della plastica e del carbonio. L’acquisizione di Rialti contribuisce in modo cruciale all’espansione della nostra capacità nell’ambito dei compound di PP basati sui materiali riciclati e, dunque, costituisce un nuovo, fondamentale passo in avanti nel percorso che ci condurrà alla ridefinizione degli elementi essenziali per una vita sostenibile», afferma Lucrèce Foufopoulos, executive vice president Polyolefins, innovation & technology and circular economy solutions di Borealis.

Così Massimo Dal Toso, ceo di Rialti: «Borealis è in prima linea nel perseguimento della missione del settore di promuovere la circolarità delle materie plastiche. Sono lieto che, con la conclusione di questa operazione, le capacità e la competenza di Rialti possano contribuire al raggiungimento di questo obiettivo. Sono convinto che Borealis e Rialti possano ora prepararsi a un futuro condiviso di crescita e innovazione, che aiuterà a fornire ai clienti una gamma ancora più ampia di soluzioni avanzate basate sui compound di PP».

Michele Mancino
michele.mancino@varesenews.it

Il lettore merita rispetto. Ecco perché racconto i fatti usando un linguaggio democratico, non mi innamoro delle parole, studio tanto e chiedo scusa quando sbaglio.

Pubblicato il 02 Novembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.