Molestata sul posto di lavoro, in aula a Varese parlano le colleghe

A processo un uomo di mezza età che è accusato di aver palpeggiato una giovane che lavorava nel suo reparto

tribunale

Le frasi volgari e le battuttacce alle colleghe con molti anni in meno di lui, che in ditta aveva il ruolo di sindacalista e a quanto pare non si faceva troppi scrupoli a ripetere battutecce e atteggiamenti maschilisti e prevaricatori, che nulla – secondo l’accusa – hanno a che vedere col clima a volte scherzoso che si instaura tra colleghi.

Il punto è che l’uomo oggi a processo per molestie sul luogo di lavoro è accusato da una collega di averle toccato il seno dopo avere chiesto alla ragazza di raggiungerlo in un’area appartata dell’azienda dove entrambi lavoravano. Qui, in un ambiente angusto il lavoratore più anziano avrebbe attirato a sé la collega per toccarle il seno.

Da quanto emerso finora nel processo non vi sarebbero testimoni oculari di quanto accaduto, ma una serie di circostanze, raccontate in aula dalle testimoni colleghe della parte offesa, che dimostrerebbero atteggiamenti inequivocabili nei riguardi delle “operatrici” (questo è il ruolo ricordato in aula durante le testimonianze). Quindi battute scurrili e a volgarissimo sfondo sessuale fatte ad una collega («che bel sedere che hai» – mi disse – «ma io avevo il grembiule che mi arrivava fino alle ginocchia»); richieste di abbassarsi la mascherina per avere un bacio (eravamo in periodo covid) ad un’altra.

E ancora: diversi messaggi mandati su whatsapp ad un’altra ragazza ancora e nei quali si faceva richiesta di poter vedere per intero la figura che corrispondeva alla foto del profilo. Il processo continuerà il 5 marzo alle 12.30 sempre finanzia al Collegio di Varese. La parte civile è difesa dall’avvocato Luca Carignola.

di
Pubblicato il 28 Novembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.