Le scuole di Sumirago restano al loro posto: anche l’asilo di Quinzano continuerà a funzionare

Dopo incontri partecipati e colloqui con le famiglie, la Giunta Comunale ha deciso che la scuola dell’infanzia di Quinzano continuerà a funzionare per l'anno scolastico 2024/25

asilo quinzano

Sono tanti i comuni che si trovano a fare i conti con le conseguenze della denatalità e l’esigenza di razionalizzazione dei servizi scolastici. In molte realtà si sta assistendo alla chiusura dei poli scolastici più periferici o comunque si è aperto un focus sulla sostenibilità della rete scolastica. Così è accaduto anche a Sumirago dove, però, si è ritenuto di non prendere in considerazione il solo dato economico optando per la permanenza di tutte le scuole prese in esame nelle molte frazioni di cui si compone il territorio comunale.

Il Comune di Sumirago ha infatti recentemente concluso un importante processo partecipato per il dimensionamento della rete scolastica dell’infanzia per l’anno 2024/25. Questo processo, coinvolgendo amministratori locali, istituzioni scolastiche, e rappresentanti dei servizi per l’infanzia, ha portato a delle decisioni significative riguardo il futuro educativo dei bambini del territorio.

Il punto focale del dibattito è stato il punto di erogazione della scuola dell’infanzia di Quinzano. Le analisi hanno evidenziato una criticità nella sostenibilità economica del servizio, con costi di funzionamento particolarmente onerosi. Tuttavia, l’importanza della scuola dell’infanzia per lo sviluppo armonico dei bambini è stata un fattore cruciale nelle decisioni prese.

Dopo incontri partecipati e colloqui con le famiglie, la Giunta Comunale ha deciso che la scuola dell’infanzia di Quinzano continuerà a funzionare per l’anno scolastico 2024/25. In aggiunta, la scuola statale dell’infanzia di Albusciago offrirà servizi post-scolastici alle stesse condizioni della scuola di Sumirago, garantendo così una continuità formativa.

Un’attenzione particolare è stata rivolta alle famiglie che optano per la scuola paritaria A. Colombo di Menzago. Per garantire la libertà di scelta educativa e superare le barriere economiche, il Comune ha introdotto il “buono scuola dell’infanzia”. Questo strumento perequativo, destinato alle famiglie con ISEE inferiore a 25.000€, sarà disponibile dal 2024 al 2026 per sostenere le spese scolastiche.

Il calo delle nascite nel Varesotto ha già colpito l’iscrizione a nidi, scuola dell’infanzia e primaria

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 02 Dicembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.