Rodolfo Calzavara confermato alla guida di Fiva Confcommercio provincia di Varese

Concessione delle licenze e ridistribuzione degli stalli tra i punti principali del programma: "Al fianco di ogni singolo venditore ambulante dei nostri 89 mercati"

Generico 04 Dec 2023

Rodolfo Calzavara, confermato dal nuovo Consiglio dei fiduciari presidente di Fiva Confcommercio provincia di Varese. Quattro i principali punti del suo programma: rinnovo delle concessioni, ridistribuzione degli spazi nelle aree mercatali, sicurezza e l’assistenza puntuale ad ogni singolo ambulante in
caso di necessità.

Presenti alla nomina il direttore di Ascom Varese Roberto Quamori Tanzi e del direttore di Ascom Busto Arsizio e Medio Olona Francesco Dallo.

Prosegue perciò il percorso all’interno della Federazione dei venditori ambulanti, iniziato oltre 40 anni fa, che lo ha portato al vertice provinciale e a quello nazionale che vede Calzavara membro della giunta guidata a Giacomo Errico.

Sempre a disposizione
«Spostamenti e ricollocazione dei banchi, aumenti dei plateatici, assegnazione degli stalli, tassa rifiuti: saremo sempre in prima fila, pronti a intervenire come associazione a tutele dei soci. E la Federazione affronterà anche ogni questione che si presenterà negli 89 mercati del Varesotto, anche quelle isolate e “personali”, mettendo a disposizione dell’ambulante le giuste competenze professionali calibrate al caso da affrontare».

La ridistribuzione degli stalli
Tra gli argomenti di grande attualità, spicca ancora quello dell’immagine delle piazze. «Covid e lockdown sono stati uno tsunami», spiega Calzavara. «Abbiamo perso oltre 40mila ambulanti in tutta Italia con conseguenze ancora oggi evidenti in ogni mercato. Mi riferisco ai “buchi” lasciati da chi ha chiuso la
propria attività e non è stato rimpiazzato. E’ perciò urgente una ridistribuzione degli stalli che stiamo concordando con ogni singolo Comune».

Sicurezza e concessioni
Sul fronte sicurezza dei mercati, problema molto sentito gli anni passati, Calzavara ammette i grandi passi avanti compiuti. «Il provincia di Varese il livello di tranquillità per i clienti e per gli operatori è soddisfacente. Noi, comunque, restiamo con gli occhi aperti e siamo a completa disposizione delle forze dell’ordine».

Quello del rinnovo delle concessioni, è un tasto che il presidente definisce «dolente». «Abbiamo alcuni Comuni che non le hanno ancora rilasciate. E tra questi ci sono le due principali pizza, ovvero Luino e Varese. È in fase di approvazione il nuovo testo di legge, ma la nostra richiesta non cambierà: in base ai criteri dell’esperienza, della professionalità, se il richiedente è in regola con tutti gli adempimenti di legge, la riassegnazione dovrà essere automatica. Su questo non retrocederemo di un centimetro e siamo pronti a dare battaglia».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 05 Dicembre 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.