Bambini In volo verso la libertà a Cazzago Brabbia per il Giorno della Memoria

Alla manifestazione promossa dalla scuola primaria Pascoli e ispirata all'albo illustrato Il volo di Sara ha partecipato anche il sindaco Emilio Magni

memoria cazzago

Si intitola In volo verso la libertà la manifestazione di piazza cui hanno partecipato gli alunni della scuola primaria Pascoli di Cazzago Brabbia in occasione del Giorno della Memoria 2024. Ispirati dal libro Il volo di Sara, letto in classe assieme alle loro insegnanti, nella mattinata di venerdì 26 gennaio hanno addobbato l’albero di piazza libertà con fiocchi azzurri e pettirossi «simbolo della libertà, della spensieratezza e della leggerezza – ha spiegato la coordinatrice di plesso Marzia Giorgetti, capaci di volare oltre il filo spinato dei Campi di concentramento e trasportare desideri di pace e di libertà dei prigonieri lontano da quello spazio di violenza e di morte».

Galleria fotografica

Il Giorno della memoria con i bambini della primaria a Cazzago Brabbia 4 di 33

Durante la manifestazione, cui ha partecipato anche il sindaco di Cazzago Brabbia Emilio Magni, i bambini hanno letto brani del libro e poesie con cui hanno affrontato il tema del ricordo a scuola.
Tra gli altri La città che sussurrò di Jennifer Elvgren e Fabio Santomauro, Numeri e Nomi, Liberi sempre, e Ogni caso di Wisława Szymborska, tratta dalla raccolta La gioia di scrivere.

Il volo di Sara introduce il Giorno della Memoria ai bambini della primaria

«Come insegnanti sentiamo la necessità di affrontare tematiche rilevanti con i bambini e con la comunità in cui vivono e nella quale la scuola è inserita – hanno spiegato i docenti – Il Giorno della Memoria è un momento importante e pensiamo che l’argomento debba essere affrontato già nella scuola primaria».

di
Pubblicato il 26 Gennaio 2024
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il Giorno della memoria con i bambini della primaria a Cazzago Brabbia 4 di 33

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.