Più servizi e obiettivi, il nuovo corso di Agesp Energia insieme ad Acinque

La società del Comune di Busto Arsizio è stata acquisita al 70% dal gruppo Acinque. Si apre una nuova fase che guarda "alle sfide del mondo dell'energia", senza dimenticare la presenza sul territorio

Agesp Energia

Una società che rimane saldamente sul territorio, ma che potrà esplorare nuove frontiere nei servizi legati al mondo dell’energia, oltre a offrire migliore comunicazione ai clienti. È il volto della “nuova” Agesp Energia nata ufficialmente oggi, 3 gennaio 2024, con la formalizzazione dell’acquisizione del 70% della società da parte di Acinque spa, operatore già attivo nell’area di Varese.

«Questa mattina presso il notaio Todeschini abbiamo stipulato l’atto ci cessione delle quote, seguito dall’assemblea dei soci» spiega Gianfranco Carraro, amministratore unico uscente di Agesp Energia. «La novità è che l’organo amministrativo non sarà più monocratico, ci sarà un consiglio di amministrazione».

Accanto a Carraro ci sono Paolo Montani e Andrea Tugnoli, rispettivamente presidente e amministratore delegato, che compongono il Cda insieme a Pamela Boggiani, consigliera.

Al tavolo ci sono anche i rappresentanti dei due soci: da un lato Francesco Iadonisi, di Agesp (la società “madre”, controllata dal Comune di Busto, che mantiene il 30% delle quote) e dall’altro Stefano Cetti, amministratore delegato di Cinque.

«L’acquisizione è coerente con le strategie di crescita di Acinque che, fondata sulle aggregazioni territoriali, con a2a partner industriale, ha progressivamente consolidato la propria capacità competitiva, ampliando sia la massa critica del business sia i perimetri di riferimento. La mission del gruppo è quella di generare valore mettendo a disposizione del territorio, competenze ma anche visione» dice l’amministratore delegato di Acinque, Stefano Cetti. «Da entrambe le parti possiamo dire di aver fatto un buon affare. Adesso comincia il lavoro vero».

L’acquisizione del 70% da parte di Cinque consentirà di ampliare l’offerta con nuovi servizi, come ad esempio «la vendita di prodotti legati alle utenza, dalle caldaie ai condizionatori, allo sviluppo del fotovoltaico» dice Carraro, ma anche l’efficientamento degli edifici pubblici, oltre allo sviluppo del teleriscaldamento che era già nelle “mission” della società di base a Busto.
Si attende anche uno scatto in avanti nella comunicazione e nella digitalizzazione, anche se l’ad Tugnoli puntualizza subito che «lo store, lo sportello per noi è centrale e troverà conferma», quindi la sede sul territorio rimane centrale.

Le due società

Agesp Energia ad oggi opera nella vendita di energia elettrica e gas e rappresenta l’operatore di riferimento, per 39.300 clienti (di cui 27.700 clienti riferiti a comparto gas e 11.600 clienti energia elettrica). La società opera, inoltre, nel servizio di teleriscaldamento, ed è proprietaria della rete dedicata (circa 18 km) nonché dell’impianto di cogenerazione a servizio della stessa. Nel 2022 sono stati venduti circa 32.100 MWh di energia termica e immessi in rete 21.400 MWh di energia elettrica al netto dell’autoconsumo.

Acinque – frutto dell’aggregazione delle utilities di Como, Monza, Sondrio e Lecco oltrechè di Varese, con a2a socio industriale di riferimento – detiene una massa critica in costante evoluzione che ricomprende gli stessi settori: attiva con Acinque Energia nella vendita di luce e gas, opera infatti anche nel comparto del teleriscaldamento che, storicamente presente a Como, Monza e Varese, è in corso di realizzazione nel comprensorio Lecchese, secondo un modello di massima valorizzazione delle risorse.

«È stato per me un onore intraprendere e poi portare a compimento questa iniziativa industriale caratterizzata da una forte e ferma volontà di assicurare un futuro ad AGESP Energia improntato al proprio rafforzamento e potenziamento non solo delle attuali tradizionali attività storiche (vendita vettori energetici e gestione teleriscaldamento) ma con una prospettiva allargata e di grande lungimiranza» dice ancora l’amministratore unico uscente e direttore generale Gianfranco Carraro.
«Ancora più orgoglioso lo sono sapendo che il futuro sarà caratterizzato dallo sviluppo e dall’introduzione di nuove linee di business tutte improntate alla creazione di valore aggiunto per il territorio e la comunità dell’alveo delle energie rinnovabili e dell’economia circolare. Sono poi fiero di consegnare la gestione della società ad un management di tutto rispetto e di matrice tecnica». Una sottolineatura in particolare per i dipendenti, 31, di cui la stragrande maggioranza sono donne (28).

«Operazioni industriali di questo genere e di questa portata, se sono facili e frequenti da riscontrare in realtà pubbliche in questo momento storico, non sono però così curate e calibrate come quella che vede da oggi Acinque spa il partner industriale/finanziario di AGESP Energia Srl», aggiunge l’amministratore unico di Agesp spa Francesco Iadonisi.
«Per un azionista è sicuramente importante aver presidiato l’iniziativa per la sua massima valorizzazione, ma ancor più conta il valore fondamentale dell’aspettativa futura in termini di apporto e sviluppo che il nuovo socio è in grado di prospettare».

Conclude Paolo Montani, neo presidente di Agesp Energia: «Prendo le redini di questa realtà con grande entusiasmo sapendo di poter condividere le scelte che andremo a sviluppare sulla base degli indirizzi degli azionisti con dei colleghi professionisti di tutto rispetto. La loro capacità tecnica e manageriale sarà senz’altro di grande aiuto e stimolo. Ringrazio l’azionista Agesp Spa e il sindaco Antonelli per avermi candidato per questa iniziativa che cercherò di portare avanti con stimolo e dedizione».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Pubblicato il 03 Gennaio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.