Anziana investita “alle Sorelle Ramonda” a Gallarate

È accaduto venerdì mattina all'altezza del complesso commerciale che ufficialmente si chiama Torri del Seprio

Generico 2018

Una donna di 84 anni è stata portata in ospedale, ferita in modo non grave, dopo che è stata investita nel complesso commerciale delle Torri del Seprio a Gallarate, il punto a cui più spesso ci si riferisce come “alle Sorelle Ramonda” (dal nome del negozio più ampio, noto e visibile).

L’incidente è avvenuto alle 8.15 del mattino, nel rione Cascinetta sono arrivati gli operatori del soccorso con ambulanza dalla vicina sede CRI di Gallarate e automedica, oltre alla Polizia Locale gallaratese per i rilievi.

L’anziana è stata poi trasferita in ospedale a Legnano in “codice giallo”, vale a dire con ferite ma non in immediato pericolo di vita.

Settimana scorsa nella stessa zona si era registrato un violento scontro frontale tra due auto mentre l’episodio più grave in zona era stato un ciclista stritolato sotto a un camion all’incrocio tra via Sanzio e via Vittorio Veneto.

Ogni tre giorni in provincia di Varese ci sono due incidenti che coinvolgono pedoni

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Pubblicato il 23 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.