In Sardegna vince il campo largo, a Malnate si sfalda la maggioranza della Bellifemine

La sindaca applaude alla vittoria della prima donna presidente della Sardegna. Due consigliere del Pd e Lista insieme che compongono la sua maggioranza segnano la rottura: "Lei non sarà la nostra candidata"

consiglio comunale malnate

“Ho accolto con molta soddisfazione la notizia della vittoria di Alessandra Todde e del suo “campo largo” questa mattina. La prima presidente donna in Sardegna, per di più di sinistra, è un fatto storico, ma questa vittoria ha un messaggio in più per noi malnatesi: uniti si vince”.

Inizia così una nota della sindaca Irene Bellifemine a commento del risultato elettorale per le regionali in Sardegna. Un messaggio rivolto alla politica, ai cittadini, ma principalmente ai suoi alleati di governo della città. A distanza di poco una nota dei capogruppo del Pd e della Lista Insieme Maria Croci è di tutt’altro tenore.

“Nel corso dei mesi – scrivono Donatella Centanin, capogruppo del PD e la consigliera di Lista Insieme Carla Munari – abbiamo più volte manifestato la nostra volontà di sederci ad un tavolo per ragionare sulla coalizione e su proposte di nomi alternativi di candidati sindaco, data la diffusa perplessità circa la ricandidatura di Irene sia fra la cittadinanza che all’interno della coalizione. Di questi cinque anni di lavoro amministrativo dobbiamo purtroppo rilevare la mancata propensione a prendersi carico dei reali problemi dei cittadini e a trovare soluzioni concrete e ragionevoli per dare le risposte che i cittadini di Malnate cercano e si aspettano dal loro Sindaco; a questo si aggiunge la difficoltà da parte sua di tenere insieme la coalizione e di rappresentare la giusta sintesi fra i vari gruppi. Tutti segni che ci hanno costretto a prendere coscienza del fatto che lei non potesse più essere il candidato sindaco rappresentativo di tutta la coalizione“.

Due comunicati che sembrano costruiti per ragionare pubblicamente a distanza. E da qui si comprende la difficoltà che sta vivendo il centro sinistra a Malnate. La sindaca prosegue motivando le sue scelte. “Se sono qui oggi è perché mi è stata chiesta la disponibilità a continuare, un mio passo indietro avrebbe causato ora ancora più rotture e incertezze nel gruppo e nella maggioranza che è stata al mio fianco in questi cinque, difficili anni. Ho sempre messo e metterò, con senso di responsabilità, al primo posto la città e i Malnatesi, ed ecco perché non posso tirarmi indietro ora: i malnatesi, mi danno ogni giorno fiducia, con azioni, parole e gesti quotidiani che non posso ignorare”.

Le attività amministrative proseguiranno, ma dalle parole delle due consigliere comunali non si intravedono spazi per ricucire un rapporto. “La volontà dei consiglieri e assessori di PD e Insieme è quella di portare a termine il mandato elettorale per garantire l’operatività del Comune, ma per quanto riguarda la nuova tornata elettorale prendiamo atto della decisione di chiusura da parte dell’attuale sindaco a trovare una strada per proseguire – realmente- congiuntamente”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 27 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.