Oltre 13,5 milioni di euro gli investimenti dell’Asst Sette Laghi per l’innovazione tecnologica

Importanti gli investimenti al Circolo con la sala ibrida e nuovi macchinari. A Tradate verrà completato il nuovo blocco operatorio e al Del Ponte in arrivo la risonanza magnetica

sala chirurgica neurochirurgia

Sono quasi 13 milioni e mezzo di euro gli investimenti tecnologici realizzati o in corso di attuazione all’Asst Sette Laghi. Si tratta di apparecchiature diagnostiche ma anche sale operatorie.

Tra i macchinari nuovi ci sono:

acceleratori lineari che utilizzano le radiazioni ionizzanti su una precisa area, in maniera assolutamente indolore per il paziente, per indurre la perdita della capacità delle cellule malate di crescere e di riprodursi. È un trattamento utilizzato soprattutto, almeno nel 60%, nei casi di tumore.

la risonanza magnetica che acquisisce immagini dettagliate del corpo utilizzando campi magnetici, senza esporre il paziente a radiazioni ionizzanti.

L’angiografo utilizzato dal radiologo che, dopo avere inserito un sottile tubicino (catetere) nel vaso sanguigno di interesse, inietta nel vaso il mezzo di contrasto, la cui presenza è rilevata da un apposito strumento durante l’emissione dei raggi X.

La Pet Tac che permette di visualizzare tessuti e strutture anatomiche, fornendo delle mappe relative ai processi fisiologici dell’organo in esame, evidenziandone eventuali anomalie, nei casi oncologici identifica il tumore, lo stadio della malattia e la sua evoluzione, e nei casi di infezioni ne localizza il sito e l’estensione.

La gamma camera è usata per acquisire immagini di alcuni organi specifici, attraverso i raggi gamma emessi dal paziente che, dopo aver attraversato il collimatore, sono convertiti in scintille di luce nel cristallo di rilevazione. Si crea così un‘immagine virtuale di scintillazione all’interno del cristallo, che rispecchia la distribuzione della radioattività nel paziente.

Gli investimenti iniziati nel 2023 e che si completeranno nei prossimi mesi prevedono:

OSPEDALE DI CIRCOLO

Due acceleratori lineari, del valore di oltre 4 milioni di euro ,alla radiologia sono arrivati a settembre, il cui collaudo avverrà  uno il mese prossimo e l’altro nel secondo semestre dell’anno. Una nuova risonanza magnetica, sempre alla radiologia, del costo di 914.000 euro, è attesa per maggio prossimo, da collaudare nel secondo semestre. Sempre alla radiologia è destinato uno dei due sistemi radiologici fissi del valore totale di oltre 400.000 di euro in arrivo a marzo 2024 e che verrà collaudato entro giugno.

Tra i macchinari in arrivo c’è l’angiografo per la neuroradiologia del Circolo, atteso per il secondo semestre di quest’anno e il cui costo è di oltre 8900.000 euro. Andrà a sommarsi ai due angiografi già in funzione sia nella radiologia, acquistato lo scorso anno ( valore 533.000 euro), sia all’emodinamica, collaudato a fine 2023,  mentre un quarto macchinario arriverà, sempre all’emodinamica, entro metà dell’anno del valore di 492.000 euro ( come quello appena entrato in funzione).

La medicina nucleare si potenzia con una nuova gamma camera che andrà ad aggiungersi, entro giugno, alle tre acquistate lo scorso anno, per un impegno economico totale che si aggira attorno al milione e mezzo di euro. Alla Medicina nucleare è destinata infine una nuova Pet/Tac del valore di 2 milioni e 284.000 euro in consegna nel prossimo mese di aprile, mentre il collaudo sarà nel secondo semestre dell’anno.

OSPEDALE DI TRADATE

Nessun nuovo macchinario è atteso nel 2024 dopo la consegna, lo scorso anno, della risonanza magnetica arrivata nel maggio scorso ( 907.000 euro il costo) e della Tac collaudata a fine luglio 2023 ( 485.000 euro),

OSPEDALE DI CITTIGLIO

Nel secondo semestre di quest’anno, verranno consegnati alla radiologia un sistema radiologico fisso del valore di quasi  180.000 euro, da collaudare entro fine anno, a cui potrebbe aggiungersene un secondo del valore di oltre 70.000 euro. Si completa così l’innovazione tecnologica che, nel 2023, ha portato al Pia Luvini  la nuova Tac ( 386.000 euro).

OSPEDALI DI ANGERA E DEL PONTE

Oltre ai fondi legate al PNRR, la Sette Laghi acquisterà anche una nuova Tac per il pronto soccorso di Angera, la risonanza magnetica per il Del Ponte, una seconda diagnostica di PS al Circolo e altre due diagnostiche da destinare alla radiologia di Varese e a quella di Tradate.

LA SALA IBRIDA AL CIRCOLO

L’innovazione, tecnologicamente più complessa e importante, sarà la sala ibrida i cui lavori di realizzazione sono in corso al Circolo di Varese. Un investimento del valore di 3 milioni e mezzo di euro che prevede due sale operatorie, di cui una dotata di angiografo per le procedure interventistiche cardiovascolari, collegate da un corridoio in cui è collocata una TAC intraoperatoria mobile, che scorre su binari appositi, consentendo l’esecuzione dell’esame in una sala o nell’altra senza spostare il paziente. E’ uno spazio procedurale avanzato che combina. una sala operatoria tradizionale con un tavolo chirurgico multifunzionale e con apparecchiature per la diagnostica per immagini sofisticate.

BLOCCO OPERATORIO AL GALMARINI

Innovativo è anche l’intervento per realizzare il nuovo blocco operatorio al Galmarini di Tradate i cui lavori si concluderanno entro fine anno e per un investimento di 2,7 milioni di euro.  La caratteristica principale è che le nuove sale operatorie, cinque in tutto, si andranno ad aggiungere al blocco operatorio esistente. Saranno realizzate all’esterno e poi assemblate nella sede definitiva, in corrispondenza del primo piano del padiglione centrale del Galmarini, adiacenti al quartiere operatorio.

Gli investimenti tecnologici in agenda sia completano con la camera iperbarica finanziata da Regione Lombardia con due milioni di euro ma la cui progettazione è ancora in fase preliminare.

Più territorio, innovazione tecnologica e reclutamento di personale nel programma triennale dell’Asst Sette Laghi

di
Pubblicato il 07 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.