Una “pedalata di san Valentino” per restaurare l’affresco delle leggende del ciclismo

La corsa si terrà domenica 25 con partenza e arrivo sul lungolago di Gavirate. E' organizzata dalla società ciclistica Orinese

Domenica 25 febbraio a Gavirate si terrà la 47esima edizione della Pedalata di san Valentinomemorial Bruno Bertagna” che prevede tre percorsi, tutti in partenza dal lungolago di Gavirate: una mini rando su strada da 50 e 70 chilometri, con possibilità di partecipazione con biciclette d’epoca ed e-bike, e una gravel.

«La pedalata di san Valentino è una classica del ciclismo agonistico in provincia di Varese: lo testimoniano le sue 47 edizioni – spiega Sergio Gianoli, giornalista e portavoce degli organizzatori – E’ una manifestazione che si svolge sotto l’egida della federazione ciclistica italiana ed organizzata dalla società ciclistica Orinese. naturalmente non c’è nessuna classifica di merito, non ci saranno classifiche individuali Semplicemente, i tre gruppi più numerosi saranno premiati. Lo scopo, come negli altri anni, è benefico: l’obiettivo di quest’anno è quello di restaurare l’affresco “I volti della leggenda” che si trova a Brinzio e raffigura i grandi campioni Luigi Ganna, Alfredo Binda, Fausto Coppi e Gino Bartali. È un’opera dell’artista Mario Alioli realizzata nel 1998 che negli anni si è deteriorata: il nostro fine è riportarla alla bellezza originaria».

I PARTICOLARI DELLA GARA

L’appuntamento è per domenica 25 febbraio: per tutti il ritrovo è a partire dalle 8 presso il lungolago di Gavirate, con partenza alla francese (individuale o in piccoli gruppi) dalle 8.15 alle 9.30.

I primi due percorsi si svolgono su strada, su tracciati segnalati da 50 o 70 chilometri, con arrivo sul lungolago di Gavirate. Con la storica pedalata, si terrà però anche la terza Gravel di san Valentino «la prima gara gara gravel organizzata in provincia, che ha avuto grande successo ed è arrivata alla terza edizione» spiegano gli organizzatori: un percorso di 54 chilometri tra piste ciclopedonali e sterrati con bici gravel e MTB.

Anche per questa pedalata il ritrovo è dalle 8 presso il lungolago di Gavirate la partenza è alla francese (individuale o in piccoli gruppi) dalle 8.15 alle 9.30.

Il percorso è con traccia, con arrivo al lungolago di Gavirate. La gravel è stata realizzata con la collaborazione della guida cicloturistica Angelo Falconati. «Tutti i percorsi sono stati realizzati per mostrare il meglio dei nostri territori – sottolinea Angelo Falconati – Quelli su strada partono dal lago di Varese, da Gavirate, poi ci si sposta a Corgeno e poi sul lago di Monate. Da Brebbia poi ci spostiamo verso Ispra, cosi da toccare anche il lago Maggiore. Dopodichè si procede verso Gemonio e poi a Sangiano. Qui si divideranno i percorsi della 50 chilometri e della 70 chilometri: la 50 chilometri ritorna verso Gemonio e Gavirate, l’altra invece va a riprendere il circuito delle corse professionistiche della Binda per poi tornare anch’essa a Gavirate».

La gravel, invece, si svolgerà: «Inizialmente sulla ciclabile che collega Gavirate a Besozzo, poi verso il lago Maggiore fino al sasso Cavallazzo di Ranco – conclude Falconati –  Ci spostiamo quindi verso Angera, Uponne e poi Travedona Monate. Ci buttiamo infine sulla ciclabile a Biandronno per raggiungere di nuovo il lago di Varese fino all’arrivo di Gavirate».

Mario Arioli, I volti della leggenda
L’affresco da restaurare

INFO E ISCRIZIONI

Le iscrizioni sono al costo di 10 euro fino al 22 febbraio presso sei punti convenzionati: Cicli Botteon di Cocquio Trevisago, EBS Gavirate, Cicli Ambrosini Varese, MC Bici Varese a Buguggiate, Crema Bike a Somma Lombardo e la Bottega del Romeo a Ispra. Ulteriori dettagli sulla pagina Facebook di Ciclovarese.

Per chi non avrà fatto l’iscrizione in anticipo, è possibile iscriversi anche il 25 febbraio, prima della partenza, al lungolago di Gavirate al costo di 15 euro.
I primi 200 partecipanti riceveranno un ricco pacco gara, per tutti è previsto un pizza party all’arrivo, dalle 11.30 alle 13. Per ulteriori informazioni, si può contattare infociclovarese2022@gmail.com.

 

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Pubblicato il 20 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.