Beppe Marotta candidato per il premio “Rosa Camuna” di Regione Lombardia

Una candidatura bipartisan per il più alto riconoscimento di Regione Lombardia a Beppe Marotta: "Mostra sempre uno stile pacato e grande equilibrio, correttezza e rispetto"

Beppe marotta lombardia

Il premio “Rosa Camuna” a Giuseppe Marotta: a presentare ufficialmente la candidatura sono stati oggi il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Federico Romani (FdI) e il Consigliere regionale Pietro Bussolati (PD), entrambi ai vertici anche dell’Inter Club di Palazzo Pirelli. Un riconoscimento “bipartisan”, dunque, per Beppe Marotta, classe 1957, nato a Varese, amministratore delegato dell’Inter e Consigliere della Lega Nazionale Professionisti della Serie A calcistica.

«La candidatura di Giuseppe Marotta -spiegano Romani e Bussolati- trova ragione nel suo grande palmares di dirigente sportivo e rende merito ai risultati conseguiti in questi ultimi anni alla guida dell’Inter, società che ha saputo riportare ai vertici del calcio italiano ed europeo grazie a indiscutibili capacità gestionali e manageriali. Dimostrando sempre uno stile pacato e grande equilibrio, correttezza e rispetto nei confronti di ogni interlocutore. Ma soprattutto – aggiungono Romani e Bussolati- questo premio vuole essere anche un riconoscimento alla grande attenzione professata da Giuseppe Marotta per i giovani, come confermato dalle sue recenti dichiarazioni in cui si è detto convinto della necessità che lo sport per i giovani debba essere gratuito, dando una possibilità anche alle famiglie povere che spesso non sono in grado di garantire e permettere la pratica sportiva ai propri figli. Con questo premio come istituzione regionale vogliamo fare nostra la sollecitazione di Marotta a realizzare un numero sempre maggiore di impianti e centri di allenamento aperti a tutti, incentivando la sensibilità politica verso lo sport. E siamo convinti che lui saprà essere attore e protagonista di primo piano anche in questo percorso”.

La candidatura di Giuseppe Marotta è stata sottoscritta anche dai Consiglieri regionali Samuele Astuti (PD), Paola Bocci (PD), Davide Caparini (Lega), Gianluca Comazzi(Forza Italia), Ruggero Invernizzi (Forza Italia), Jonathan Lobati (Forza Italia), Luca Paladini (Patto Civico), Riccardo Pase (Lega), Gigi Ponti (PD) e Silvia Scurati (Lega).

La Rosa Camuna è la trasposizione grafica delle incisioni rupestri della Valle Camonica risalente all’età del bronzo, da sempre rappresenta il territorio lombardo ed è il simbolo dell’istituzione regionale. La stilizzazione grafica è stata realizzata dai designer Bruno Munari, Bob Noorda, Roberto Sambonet e Pino Tovaglia. Il Premio Rosa Camuna è stato istituito nel 1996 e riconosce pubblicamente “l’impegno, l’operosità, la creatività e l’ingegno di coloro che si siano particolarmente distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia”. Viene conferito annualmente il 29 maggio, in occasione della Festa della Lombardia, proclamata nel 2013 con legge regionale per ricordare la battaglia di Legnano del 1176 in cui le truppe della Lega Lombarda sconfissero l’esercito imperiale di Federico Barbarossa.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 27 Marzo 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.