I “tre tenori”, i grandi nomi e l’incognita pioggia: il “32° Rally dei Laghi” promette spettacolo

I tanti ottimi piloti del Varesotto sono i principali favoriti. Crugnola, Dipalma e De Tommaso guidano il gruppo, il meteo potrebbe metterci lo zampino. Si parte sabato con la prova spettacolo alla Colacem, arrivo domenica 3 in piazza Montegrappa

favoriti rally dei laghi 2024

Incombe l’incognita maltempo sul 32° Rally dei Laghi che catalizzerà l’attenzione di migliaia di appassionati dello sport motoristico nel fine settimana. La gara più attesa del Varesotto che scatta sabato 2 marzo e si conclude domenica 3, si preannuncia incerta dal punto di vista agonistico sia per la gran qualità dei piloti al via sia per la pioggia che potrebbe cambiare le carte in tavola nei due giorni di competizione. (nella foto. Riga in alto da sx: Dipalma, Crugnola, De Tommaso. Riga in basso da sx: Miele, Spataro, Freguglia, Pensotti)

SETTE PROVE – Il “Laghi” organizzato come di consueto dal gruppo che fa capo ad Andrea Sabella ritrova, in partenza, la prova spettacolo disegnata tra Caravate e Gemonio: una scelta che favorisce lo show e fa dell’area Colacem il fulcro del rally visto che nella zona antistante al cementificio troveranno posto anche riordini e assistenze. La PS1 (denominata “Magugliani Arena”) di sabato pomeriggio – si parte alle 15,55 – andrà presa con le molle: è la classica prova in cui non si vince nulla, applausi a parte, ma si rischia di buttare via tutto in caso di errore. L’ingresso alla PS1 sarà a pagamento (10 euro, gratuito per gli under 15) e nell’area è prevista anche la musica con un dj set.

Domenica invece ci sarà il consueto “doppio giro” con due passaggi sulle tre prove storiche del rally. L’ordine prescelto prevede Sette Termini (9,70 Km da Montegrino a Fabiasco: partenze 8,59 e 13,25), Valganna (8,10 Km da Ganna verso Ghirla: partenze 9,30 e 13,56) e Cuvignone (14,70 Km da Nasca verso Cittiglio: partenze 10,24 e 14,50), quindi nulla di nuovo – del resto le strade adatte in provincia sono quelle – ma un menu che richiede agli equipaggi un mix di velocità, abilità tecniche e fiuto. Il maltempo come detto sarà influente, specie se dovessero aprirsi finestre di bel tempo in mezzo alla piogga. In caso di precipitazioni continue invece, la scelta degli pneumatici sarà obbligata; non dovrebbe invece nevicare neppure sul Cuvignone che nei giorni scorsi è stato abbondantemente imbiancato. L’arrivo (dalle 16,30) sarà  a Varese in piazza Montegrappa e non più alla Schiranna come era avvenuto nelle ultime edizioni: in riva al lago si terrà però l’ultimo riordino.

I FAVORITI: UNA PREMESSA – Tra i tifosi c’è grande attesa perché mai come quest’anno il “Laghi” raduna tanti grandi piloti con vetture di primo piano, ovvero le attuali “Rally2”. In questi anni il Varesotto ha espresso numerosi campioni e per questo motivo i favori del pronostico restano “in casa” anche perché è difficile che qualche ospite possa inserirsi nella lotta al vertice vista la qualità dei locali che – in più – conoscono il percorso a menadito. L’ultimo a sbancare Varese è stato Simone Tempestini nel 2019 (pilota di caratura internazionale). Per trovare un altro “forestiero” sul primo gradino del podio bisogna tornare al 2011 quando si impose Matteo Gamba.

Rally dei Laghi 2023 - Non solo corsa
Il podio 2023: Muffolini-Spataro (2°); “Cobra”-Dipalma (1°); Hotz-Ravasi (3°)

I TRE TENORI – La “prima linea” dei favoriti conta tre nomi. Il campione in carica, Giò Dipalma da Malnate, il pluricampione italiano Andrea Crugnola da Calcinate del Pesce e l’altro pezzo grosso del CIAR, Damiano De Tommaso da Ispra. Dipalma ha vinto il CRZ nel 2023 e punta tutto su queste gare: ha conquistato il “Laghi” due volte e collezionato diversi podi, forma un binomio affiatato con “Cobra” e torna al volante della Skoda Fabia della Erreffe. Crugnola negli ultimi anni ha corso per divertimento e allenamento, portando in top ten vetture di piccole dimensioni ma stavolta sbarca al Laghi con la Citroen C3 semiufficiale con cui ha vinto per tre volte il titolo italiano assoluto. Sulla carta è il favorito numero uno con una piccola incognita: tra 15 giorni inizia il CIAR al Ciocco e forse l’equipaggio (navigatore Andrea Sassi) farà attenzione a non prendersi tutti i rischi possibili. Stessa situazione per Damiano De Tommaso, passato a sua volta alla Citroen C3 sempre con Sofia D’Ambrosio alle note: l’isprese – vicecampione italiano 2022 – testerà la vettura per poi tuffarsi nel tricolore ma ha le qualità per ripetere la vittoria del 2021.

ELENCO PARTENTI (scarica e stampa) – TABELLA TEMPI E DISTANZE (scarica e stampa)

OUTSIDER DI LUSSO – Per dovere di ospitalità partiamo dagli ospiti. Sono due i piloti da fuori provincia che hanno qualità e vettura per puntare al podio. Il biellese Corrado Pinzano ha già corso più volte a Varese e quindi conosce le prove: ha una Skoda Fabia Rally2 della BMP ed è affiancato dal brianzolo Mauro Turati. Il pavese Giacomo Scattolon è – con Crugnola e De Tommaso – un altro prendente al titolo italiano e sarà al “Laghi” per preparare il tricolore: ha anch’esso una Citroen C3 della stessa squadra di Crugnola (FPF) ed è affiancato dal quotato Gabriele Zanni.

Poi però ci sono una serie di piloti – li vedete nella foto in alto sulla riga inferiore – che il Laghi lo hanno già vinto e che hanno esperienza, classe, squadra e vettura in grado di riportarli in alto, forse anche in altissimo. Giuseppe Freguglia (Skoda Fabia, con Marco Pollicino) ha trionfato in quattro occasioni, non ha probabilmente più il passo per vincere ma è sempre tra i primissimi anche a scapito dei favoriti. Simone Miele (Skoda Fabia con il quotatissimo Roberto Mometti) è all’esordio stagionale, ha un palmares da urlo negli anni scorsi e un team “familiare” in grado di metterlo nelle migliori condizioni. Come Andrea Crugnola, Simone è diventato papà di recente e avrà un tifoso in più in grado di dargli una spinta extra. Poi c’è Andrea Spataro che due anni fa ha coronato il sogno di vincere in casa (ora vive in Valle Intelvi ma è originario di Cremenaga). Spataro torna al “Laghi” con Alessia Muffolini e ha scelto la Volkswagen Polo per inserirsi di nuovo tra i primi. Completa il gruppo Filippo Pensotti che corre poco ma che al “Laghi” non manca mai anche perché ha vinto nel 2009 e tiene tantissimo alla prova di casa. Per lui la Skoda Fabia con un altro navigatore importante, Lele Falzone.
L’elenco dei piloti “da top ten” però non si esaurisce con i precedenti vincitori perché ancora con la Rally2 ci sono protagonisti locali che su Cuvignone e dintorni sanno sempre dire la loro. Basti pensare ad Alessandro Ripoli tornato in gara dopo uno stop per problemi fisici o a Barsanofio Re, piede pesante della Valcuvia.

I bolidi del rally
Un passaggio di Pederzani in una prova spettacolo alla Colacem di alcuni anni fa

LE ALTRE CLASSI – C’è un altro pilota che ha vinto il “Laghi” e che concorre alla vittoria di classe visto che non ha il mezzo dei top driver: si tratta di Vanni Maran impegnato nella S1600 con una Renault Clio nel mezzo di un drappello ristretto ma molto combattivo (Fusetti, Meli…). Stesso discorso per la R3 dove spiccano le presenze di Andrea Bernardi e Matteo Bosetti mentre è particolarmente interessante la Rally4 dove l’elenco di Peugeot 208 è molto lungo e ricco di qualità. Tra gli altri ci sono Riccardo Pederzani (già visto nel Tricolore Junior), il milanese Moreno Cambiaghi affiancato dalla navigatrice varesina Giulia Paganoni (altra protagonista del CIAR) che ha già vinto la classe a Varese e lo svizzero Davide Chiappa che nel 2023 ha vinto la prima edizione del Lakes Rally Trophy. L’elenco prosegue infinito perché sono ben 108 gli equipaggi iscritti al rally moderno: tutti troveranno posto nell’articolo riepilogativo dei vincitori che VareseNews pubblicherà come di consueto lunedì.

RALLY DEI LAGHI IN DIRETTA

Anche quest’anno VareseNews ha disposto un liveblog interattivo per raccontare giorno per giorno, minuto per minuto il Rally dei Laghi. Il servizio è offerto da ColacemConfidentFinazzi Serramenti, I Love NebbioloRipoli Il Macellaio / La Griglieria. #DirettaVN sostiene le attività benefiche di Race To Donate. Per accedere al live CLICCATE QUI.

STRADE CHIUSE – Di seguito l’articolo sulla viabilità.

Rally dei Laghi, le strade chiuse tra sabato 2 e domenica 3 marzo

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Pubblicato il 01 Marzo 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.