Le barche d’epoca di Laveno Mombello al Festival internazionale di Sète

Il festival vede la partecipazione dell'Associazione Vele D'Epoca Verbano che è giunta sulle coste francesi con due imbarcazioni storiche del nostro territorio

Avev in Francia

Anche Laveno Mombello al Festival internazionale di Sète, l’evento più importante di marineria internazionale del bacino del mediterraneo, giunto all’ottava edizione che attrae oltre 700000 persone, tanto da essere riconosciuto quale evento di rilevanza socioculturale nella cittadina francese dell’Occitania.

Il Festival si svolge ogni due anni nella cittadina e quest’anno vede la partecipazione dell’Associazione Vele D’Epoca Verbano e delle Officine dell’Acqua che è giunta sulle coste francesi con due imbarcazioni storiche del nostro territorio.

La rappresentativa italiana oltre che dai laghèe, è composta dalla Marina Militare italiana presente con l’imbarcazione Stella Polare, dall’associazione Vela Tradizionale di La Spezia con la goletta Pandora e l’associazione Arzanà di Venezia con le barche tradizionali della Laguna.

L’Associazione lavenese, che da anni si batte per tutelare e difendere il patrimonio nazionale nautico del Lago Maggiore, è giunta sulle coste francesi con due imbarcazioni storiche del nostro territorio.

Avev in Francia

“Questa partecipazione conferma l’impegno profuso negli anni e i numerosi contatti stretti dalla compagine varesina con maggiori realtà europee di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio nautico. Particolare importanza è stata data al progetto “Il ritorno dell’Inglesina”, promosso dall’Associazione e sostenuto da Fondazione Comunitaria del Varesotto. Il progetto prevede il restauro di alcune inglesine, ultime interpreti galleggianti della tradizione costruttiva del nostro lago, e l’utilizzo delle stesse a scopi sociali e turistici. Questo, il punto di partenza per sensibilizzare la popolazione al mantenimento delle nostre barche tradizionali e della loro valorizzazione in chiave culturale turistica”, spiegano dalla Fondazione.

Tra le prossime iniziative avviate dalla Fondazione che gestisce l’ampia area riqualificata degli storici magazzini delle FerrovieNord, oggi sede delle Officine dell’Acqua, spiccano Deep Blue, il progetto in collaborazione con il Comune di Laveno Mombello, il Delta Club Laveno e l’Associazione Ciechi e ipovedenti sportivi varesini per l’avvicinamento all’attività sportiva per ciechi e ipovedenti e il progetto IntegrAzione avviato con Fondazione Asilo Mariuccia, con lo scopo di offrire ai minori richiedenti asilo del nostro territorio l’opportunità di avvicinarsi al mondo del lavoro e acquisire competenze specifiche.

Avev in Francia

Adelia Brigo
adelia.brigo@varesenews.it

Raccontare il territorio è la nostra missione. Lo facciamo con serietà e attenzione verso i lettori. Aiutaci a far crescere il nostro progetto.

Pubblicato il 26 Marzo 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ombretta Gianni
    Scritto da Ombretta Gianni

    che meraviglia!
    dal prossimo anno avrò un ricordo prealpino…

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.