Bagno di folla per la presentazione di Massimo Parola che si candida con la lista “Gavirate in Comune”

Sala Mura gremita per la presentazione del vicesindaco che dopo due mandati ha deciso di proseguire con una squadra ampiamente rinnovata. Chi sono i candidati al suo fianco

“Il mio tempo è il vostro tempo”. È lo slogan che Massimo Parola ha scelto per candidarsi al ruolo di Sindaco di Gavirate. Dopo tre mandati, uno all’opposizione e due da vicesindaco al fianco di Silvana Alberio, Parola si presenta con una lista civica che rappresenta l’anima moderata e cattolica della città.

Si è presentato questo pomeriggio, sabato 13 aprile, in Sala Mura piena in ogni ordine di posti. Tantissimi i cittadini che sono venuti ad ascoltare la presentazione e a conoscere la squadra formata da qualche conferma e moltissime novità. Ampia la componente dei giovani che hanno scelto di sostenere Parola con la lista “Gavirate in Comune” dove la C di comune viene scritta in modo distinto per ricordare il senso dell’istituzione ma anche quello di comunità.

Ad applaudire in platea anche Marco Magrini, presidente della Provincia, Marco Reguzzoni candidato alle Europee con Forza Italia, il coordinatore di FI Simone Longhini e poi i sindaci di Caravate Nicola Tardugno e Luvinate Alessandro Boriani oltre a Giuseppe Iocca di Bardello con Malgesso e Bregano e Matteo Bianchi.  Presente anche Alberto Barcaro, consigliere provinciale con delega alla Protezione Civile con cui Massimo Parola ha condiviso molte attività in diversi momenti critici. Tra il pubblico anche il sindaco Silvana Alberio e l’assessore Brunella.

massimo parola e la lista gavirate in comune

« Sono molto emozionato perchè ci metto sempre grande passione in ciò che faccio» ha esordito il candidato sindaco : «Dopo diversi anni di collaudo è arrivato il momento. È stata una decisione maturata circa un anno e mezzo fa. Negli utili tre mesi, abbiamo lavorato per formare la squadra e abbiamo condiviso le linee programmatiche. Tra i temi al centro del nostro programma ci saranno la scuola e la famiglia: per la scuola attiveremo un assessorato specifico per dare rilievo a un tema che, con quello della famiglia e alla denatalità, ci sta a cuore in un momento di difficoltà. Lavoreremo su commercio e turismo e sulla cultura creando a Voltorre il polo naturale con il centro di musica, la banda e il chiostro. Ci candidiamo ad amministrare Gavirate che è diventata città, un titolo onorifico che ha un grande valore perchè è il frutto dell’impegno e della passione di quanti si sono impegnati prima di noi per fare crescere il nostro comune. È una grande responsabilità e noi ne sentiamo il valore e l’onore».

Tra i punti che andranno migliorati c’è la comunicazione che Parola affiderà ai più giovani che sono le tante novità della lista.

Al fianco di Massimo parola si candidano:

massimo parola e la lista gavirate in comune

Giuliana Bianchi, 42 anni, ha fatto della sua dedizione per l’altro il suo lavoro: è medico specializzata in neonatologia. E appassionata di danza classica e di ogni forma di arte. Assessore uscente ai Servizi Sociali, si ricandida per mettere a disposizione della comunità di Gavirate la sua esperienza di questi anni in ambito sociale con particolare attenzione alle persone più fragili e alle famiglie in difficoltà, senza dimenticare i bambini e i giovani.

Giovanni Bregonzio è papà di tre figli e nonno di sei nipoti. Nato e cresciuto a Gavirate, ha girato il mondo per lavoro. Attualmente è consigliere comunale con delega all’ambiente. In questa veste si è occupato della salvaguardia delle acque del lago, del recupero dell’incubatoio di Groppello, della sistemazione degli alvei dei torrenti e degli interventi per efficientamento energetico delle scuole, in sinergia e collaborazione con tutti gli enti coinvolti, senza dimenticare la manutenzione e la salvaguardia dei nostri boschi. Nei prossimi anni vorrebbe proseguire a impegnarsi in questi progetti.

Letizia Civelli ha 25 anni e da poco è approdata al mondo dell’insegnamento: lavora presso in istituto superiore paritario in cui insegna Lettere e Storia. Ama il calcio, la lettura e la musica ed è coinvolta nella vita della comunità pastorale come educatrice del gruppo adolescenti, sia durante l’anno, sia per le attività estive. Si candida per poter estendere il suo impegno verso i giovani e i giovanissimi anche nell’ambito civico.

Filomena Di Francesco, per tutti Mina, è nata a Gavirate ed è qui che ha cresciuto i suoi figli, Fabio e Ilaria. Da sempre impegnata nel settore amministrativo, a stretto contatto col pubblico, oggi è volontaria presso l’Ospedale Del Ponte e organizza eventi sociali in provincia. Amante della natura e della montagna, il Parco Morselli è la sua palestra a cielo aperto. Il suo proposito è contribuire con la sua esperienza professionale e il suo entusiasmo ad esaltare il potenziale della nostra Città, preservando le bellezze naturali e conservando le tradizioni, grande patrimonio di saggezza, con la giusta dose di innovazione.

Roberto Mantegazza, sposato e padre di tre bambini, immagina un paese focalizzato sui giovani e sulla sostenibilità, con particolare attenzione alla protezione dell’ambiente. Da sempre appassionato della Pallacanestro Varese nonché arbitro di calcio per i piccoli del CSI, è certo che una ancor più stretta sinergia con le associazioni sportive locali renderà Gavirate un hub davvero in comune per tutti i giovani dei paesi circostanti.

Paolo Mattioni ha 44 anni, è sposato e padre di una bambina; è appassionato di sport, di basket in particolare, e nel tempo libero contribuisce ad aiutare le realtà gaviratesi. E consulente finanziario da quasi 20 anni presso una banca di credito cooperativo, caratterizzata da sempre per il suo sostegno allo sviluppo sociale, alle relazioni e al territorio. Il suo obiettivo è contribuire allo sviluppo di Gavirate, consolidando e sviluppando in modo tangibile le realtà e i servizi del paese, perché solo con la cooperazione è possibile un civico futuro.

massimo parola e la lista gavirate in comune

Marta Meggiolaro insegna Storia e Filosofia e scrive di florovivaismo, una delle sue passioni. Dopo una parentesi milanese ha scelto con il marito di tornare a Gavirate, amato paese di origine. Ha tre figli e partecipa attivamente alla vita della scuola, sia nel Comitato Genitori, sia come vicepresidente del Consiglio di Istituto. Il suo impegno è diretto a una Gavirate ancora più attrattiva per le famiglie e per i giovani, che si potrà realizzare sviluppando innanzi tutto una comunicazione efficace e semplice fra amministrazione e cittadini.

Federico Napoletano, detto “Napo”, ha 31 anni e lavora come HR per un’azienda del mondo cleaning. Da diverse edizioni lavora alla realizzazione del Giugno Sport, storica manifestazione sportiva gaviratese. Negli ultimi anni ha collaborato anche al lavoro della Commissione Cultura del Comune di Gavirate; per questi motivi vorrebbe occuparsi di cultura e sport nella prossima amministrazione.

Guglielmo Orlandi, per tutti Willy, ha 62 anni e si è stabilito a Gavirate negli anni ’70. E sposato e ha due figli. Ex paracadutista e parapendista ama lo sport, come spettatore e come partecipante, per il suo valore di linguaggio universale. È stato presidente dell’associazione sportiva gaviratese La Sportiva per 22 anni. Da 48 anni lavora nell’area Direzione Amministrativa e Finanziaria. Ora vorrebbe mettere la sua professionalità ed esperienza a disposizione della comunità.

Thomas Ruspini, 31 anni, è agente di polizia locale in una cittadina della provincia di Varese. È laureato in giurisprudenza e da diversi anni si occupa di sicurezza urbana e tutela ambientale. La sua grande passione sono le moto, nello specifico quelle da turismo, e i viaggi. Vorrebbe portare con la sua esperienza un valore aggiunto per una città più presidiata e sicura, a stretto contatto con il cittadino e le forze dell’ordine locali, insieme ad un maggior rispetto dell’ambiente.

Cecilia Zaninelli, 28 anni, moglie di Giovanni e mamma di Margherita, è infermiera con titolo di coordinatore delle professioni sanitarie. E nata e cresciuta a Gavirate, città dalle mille occasioni. Il suo intento è dare un contributo per esaltare il bello e il buono che c’è in Gavirate, nel suo territorio e nei suoi servizi, con un occhio di riguardo per i giovani, le famiglie e le persone con fragilità.

Roberto Zocchi, sposato, due figli, è attualmente Consigliere Comunale e componente delle commissioni finanze/bilancio ed elettorale. Imprenditore nei campi dell’impiantistica e delle energie rinnovabili, tiene un corso di gestione aziendale presso il CFP di Luino. Per 12 anni ha perato come Volontario del Soccorso a Gavirate. Ex baskettaro, ex ciclista, ultimamente è approdato agli scacchi. Sostenitore appassionato del civismo, mette al servizio di Gavirate la una esperienza politica e professionale.

di
Pubblicato il 13 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.