Esplosione in una centrale idroelettrica di Suviana, quattro morti

L'incidente attorno alle 15.00 di martedì 9 aprile in una delle due centrali idroelettriche che regolano il bacino artificiale nel comune dell'Appennino Bolognese. L'ultimo bilancio, secondo la prefettura di Bologna, è di 4 morti accertati, cinque feriti gravi, tre dispersi

Generico 08 Apr 2024

Un’esplosione si è verificata attorno alle 15 in una centrale idroelettrica di Bargi del bacino artificiale di Suviana, sull’Appennino bolognese.

Il bilancio provvisorio è di 4 morti, 5 ustionati gravi e 3 dispersi. L’incidente si è verificato sotto il livello dell’acqua.  (seguono aggiornamenti)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 09 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Avatar
    Scritto da Felice

    Questo sarà la pietra tombale su qualsiasi sistema di produzione di energia in Italia. Diranno….non riescono a fare andare una centrale idroelettrica, figuriamoci nucleare.
    Saremo importatori di corrente a vita fino a che qualcuno sarà disposto a vendercela…dopo moriremo e ci scalderemo con le candele.

    1. Alberto Gelosia
      Scritto da Alberto Gelosia

      Le candele , però, hanno due problemi:
      da dove andremo a importarle?
      i soliti fanatici green ce le lasceranno accendere?

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.