Marcello Papalia candidato sindaco a Gavirate? “Lo scopriremo vivendo”

Sul suo profilo Facebook l'ex segretario cittadino del PD lancia messaggi relativi a un suo impegno civico. Raggiunto al telefono mantiene un atteggiamento ambiguo

marcello papalia

Si annuncia un nuovo strappo nella sinistra di Gavirate? Dopo l’espulsione di Roberto Zocchi, che ha scelto la continuità appoggiando l’attuale vicesindaco Massimo Parola per il dopo Alberio, anche Marcello Papalia lancia segnali sospetti.

In città i rumors dicono che Papalia si stia preparandosi a presentare una sua lista con l’area minoritaria del partito di cui fa parte anche Giovanni Focchi, che ha già annunciato il suo impegno per il dopo Alberio.

Papalia, segretario uscente del Circolo PD di Gavirate e che ha lasciato il ruolo a Pierluigi Lucchina nell’ottobre scorso, ha sempre dichiarato di preferire una linea più morbida e collaborativa per costruire un’alternativa al centro destra. Complimentandosi con l’avversario risultato più votato, Papalia aveva dichiarato: « Lascio a Lucchina un partito che, tramite i nostri esponenti di opposizione in consiglio comunale, in questi anni ha avviato un proficuo confronto con l’attuale amministrazione cercando più volte di evidenziare ciò che unisce e non ciò che divide».

Attraverso la sua pagina Facebook parla di “can-didato” abbracciando il suo cane e sottolinea l’importanza dell’impegno civico: “Fare politica è prendersi cura del domani, è come accudire un cane: con dedizione e amore si costruisce un futuro di lealtà e fiducia reciproca.”

Tra i like raccolti con le sue dichiarazioni, però, non sfugge quello del candidato sindaco Gianni Lucchina che venerdì prossimo svelerà la sua squadra e il programma definito con i confronti all’Officina del Programma presieduta da Giovanni Speziani.

di
Pubblicato il 16 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.