Nuova segnaletica e nuovi video per rendere più turistici i percorsi ciclabili del varesotto

Dopo i riscontri positivi dalla presenza alla Fiera del CicloTurismo, tante le iniziative per valorizzare un asset del territorio: c'è anche aumento delle colonnine di ricarica, tour promozionali, nuovi official point e "Ghiaccio e Bollicine"

Varese do you bike nuove presentazioni

Si avvia a completamento il sistema cicloturistico varesino con nuova segnaletica all’altezza degli altri paesi europei, nuove colonnine di ricarica per il cicloturismo elettrico e nuovi operatori aderenti al sistema di #varesedoyoubike, per rispondere alla sempre più crescente richiesta di turismo ciclistico in provincia.

«Stiamo installando la segnaletica con IMBA, che ha un tipo di segnaletica utilizzata a livello internazionale soprattutto in USA, in Germania e in Europa – spiega Giovanni Martinelli, product manager di Varese do you bike – In Italia però siamo tra i primi ad usarla, insieme al Trentino. La prima segnaletica e i primi due itinerari segnalati saranno sul monte Orsa e il Piambello».

Anche le colonnine di ricarica aumentano, diventando 38, dalle 22 iniziali. Mentre diventeranno 80 gli official point di #varesedoyoubike: si allarga quindi la rete dei locali “bike friendly” che fanno anche da punti di assistenza per il progetto di turismo lento capitanato dalla Camera di Commerio.

Tre delle sei aree in cui è differenziato il progetto #VareseDoYouBike avranno poi a disposizione per la promozione anche un cortometraggio a loro dedicato, che si aggiunge a quello istituzionale presentato ormai lo scorso anno. Le prime aree a godere dei minifilm – progetto destinato però a coprire tutte le sei aree di interesse coinvolte –  sono quelle delle Valli del Verbano, che fa capo all’omonima Comunità Montana, Zona Ticino, in cui il riferimento è il Parco, nonché il territorio del Lago Maggiore, che nel progetto ha quale soggetto aggregatore l’Agenda 21 dei Laghi. «Si tratta di video splendidi, che nella loro versione inglese dobbiamo fare di tutto per farli vedere a Malpensa, da cui passano milioni di turisti specialmente in vista delle olimpiadi invernali» ha commentato Mauro Vitiello, presidente della Camera di Commercio varesina.

A breve, partiranno poi le riprese per altri tre cortometraggi, relativi all’area della Comunità Montana Valli del Piambello, a quella del Parco del Campo dei Fiori e infine alla zona del Parco Pineta, mentre dal 21 aprile partiranno i tour promozionali, destinati a curiosi e cicloturisti, per mostrare “dal vivo” i percorsi ciclopedonali proposti dei video.

Varese do you bike nuove presentazioni

PER IL CICLOTURISMO VARESINO DATI  E INTERESSE IN CRESCITA

Una crescente attenzione verso la Varese del cicloturismo – con i suoi 2mila chilometri di percorsi mappati, le più di cinquanta guide formate e gli official point ormai prossimi a toccare quota ottanta – che ha ricevuto conferma anche dalla recente partecipazione a uno dei più importanti appuntamenti nazionali del settore: la Fiera del CicloTurismo svoltasi a Bologna. «Questa è stata la nosra terza presenza – sottolinea Martinelli – E se le prime due volte chi si avvicinava lo faceva per affrontare un territorio sconosciuto o che non consideravano ciclabile, quest’anno per l prima volta si sono rivolti a noi chiedendo maggiori informazioni su percorsi che erano stati loro segnalati. Ne eravamo stupiti e soddisfatti».

«Le proposte illustrate dalle guide cicloturistiche presenti nello stand promosso da Camera di Commercio hanno richiamato la forte attenzione del pubblico dei visitatori di tutta Italia – conferma il presidente di Camera di Commercio Varese, Mauro Vitiello – rispetto all’anno scorso, abbiamo raddoppiato i contatti e abbiamo avuto riscontri decisamente positivi anche da parte di tour operator specializzati provenienti da Australia, Gran Bretagna e Polonia».

In un contesto dove visitatori e appassionati sono sempre di più alla ricerca di esperienze “active&green”, il cicloturismo infatti si caratterizza come uno dei segmenti a più forte trend di crescita: gli ultimi dati elaborati dall’Osservatorio sull’Economia del Turismo delle Camere di Commercio ci dicono che, nello scorso anno, in Italia ha registrato oltre 56 milioni di presenze, in aumento del 4% anche rispetto a quel 2019 che rappresentava il punto di riferimento. Non solo, perché l’impatto economico supera i 5,5 miliardi di euro (+35% nell’arco di dodici mesi).

«Sono numeri di tutto rispetto che, riportati sul piano locale – continua il presidente Vitiello – ci confortano nella scelta, adottata dal novembre 2021, di sviluppare il progetto #VareseDoYouBike che, indubbiamente, ha segnato una svolta nella promozione cicloturistica del nostro territorio. Dall’efficace sinergia tra enti locali e operatori abbiamo fatto scaturire un’iniziativa che ci permette ora di guardare con fiducia a un immediato futuro a elevata propositività in questo ambito».

 

 

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Pubblicato il 17 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.