Pagelle Pro Patria: Castelli scatenato, Saporetti in rosso, Parker e Rovida preziosi

I tigrotti di Busto Arsizio superano l'Alessandria e si portano a un punto dalla salvezza grazie dalla doppietta del bomber. Centrocampo solido e dinamico nel ribaltare il fronte, difesa compatta anche dopo l'espulsione di Saporetti per doppia ammonizione. Bene tutti i subentrati

Le foto di Pro Vercelli - Pro Patria  28.10.23

La Pro Patria espugna il Moccagatta d’Alessandria con la doppietta nel primo tempo del Cobra dell’area di rigore e si porta a un punto dalla matematica salvezza e dalla zona playoff. Finale” contenitivo” per i tigrotti che per mezz’ora difendono il vantaggio in inferiorità numerica.

ROVIDA 7 – Ancora una buona prestazione per il portiere, costretto a vedersi di nuovo negato un clean sheet che sarebbe stato più che meritato. Questa volta non sarà un rigore a punirlo spietatamente ma un’incursione di Mastalli su palla inattiva a difesa schierata. Complessivamente, la sua è una partita da vero vigilante, sceriffo della porta e dell’area sia sui cross alzati dagli esterni dell’Alessandria (compresa l’ultima azione della partita) sia con un paio di interventi decisivi per chiudere il fortino: fra questi due tiri nella ripresa sul primo palo di Gazoul e Samele, quest’ultimo in fuorigioco (ma ciò non toglie la bella partita del tigrotto di marzo).

MINELLI 6,5 – Il ritorno in campo di Saporetti permette al colosso juventino di spostarsi nuovamente sulla destra, zona di campo che sembra metterlo maggiormente a suo agio e dove riesce a far valere di più il fisico, in particolare nell’assedio finale dei Grigi che provano a sfruttare la superiorità numerica portando tanti giocatori nella metà campo offensiva. Dentro l’area di rigore spazza diverse palle, anche sporche, e tante ribattute pericolose nella mischia, tranne quella a inizio partita sfruttata da Mastalli che gli taglia la strada e insacca : il colpo di il temporaneo pareggio: testa di Siafa spiazza tutta la retroguardia bianco-blu e il centrocampista non perdona l’unico (mezzo) passo falso del difensore.

SAPORETTI 5,5 – Un’ora di gioco e poi il cartellino rosso per doppia ammonizione. L’arbitro Ramondino estrae due gialli severi – uno per tempo – nei confronti del centrale che fino all’espulsione aveva contribuito a difendere una vittoria decisiva nella stagione dei tigrotti. Le due sbavature rovinano le sua partita in maniera spietata e complicano il match ai tigrotti, che forse contro una squadra già retrocessa non si aspettavano di dover spendere tante energie nervose per 95 minuti. Il difensore salterà dunque l’ultima in casa, peccato perché in questa stagione è stato un pilastro all’interno degli equilibri della squadra.

MORETTI 6,5 – Insieme a Minelli condivide delle responsabilità in occasione del gol subito, quando Siafa vince il contrasto aereo e tira fuori dal cilindro l’assist per il momentaneo pareggio. Una volta ritrovato il vantaggio il braccetto sinistro aggiusta le misure e aiuta anche a lui a resistere all’assedio.

Castelli abbatte l’Alessandria in rovesciata e la Pro Patria mette in cassaforte la salvezza

C. RENAULT 6,5 – Proficuo sia in fase di possesso sia in quella di non possesso. Partiamo dalla sua presenza nelle azioni salienti della partita: un suo cross forte e teso sul primo palo dal limite dell’area mette sui piedi di Citterio il colpo del sorpasso definitivo, a correggere la respinta di Spurio sarà poi Castelli in rovesciata. Bravo anche sulla fascia destra, solitamente affidata al gemello o Somma, corsia dove l’Alessandria prova a sfondare invano. Unico tentennamento una scorribanda di Gazoul, neutralizzata da Rovida.

dal 61′ G. RENAULT 6 – Mister Colombo lo fa entrare al posto del gemello, nel tentativo di poter sfruttare il suo strappo nel finale e chiudere la partita. Complice anche l’immediata espulsione di Saporetti – che cambia il piano-gara, il compito viene assolto a metà: dopo un contropiede a campo aperto non trova la giusta sincronia per premiare Parker.

NICCO 6,5 – La Pro Patria gioca una partita attendista e quindi il centrocampista – con la fascia da capitano al braccio – sembra meno appariscente, per lo meno in maniera continuativa, ma quando la palla è sui suoi piedi i dossier vengono trattati con la massima perizia richiesta.

FERRI 6,5 – Se si esclude la sconfitta contro l’Atalanta Under 23 -in cui tutta la squadra ha tentennato – il suo è davvero un ottimo finale di stagione. Il passaggio in mediana sembrava quasi uno spreco della sua propensione all’incursione, tuttavia il giovane veterano si fa apprezzare per i tantissimi duelli vinti a metà campo, compresi alcuni tackle in grade stile, come richiede il nuovo ruolo. Rimpiazzare Mallamo, giocatore chiave nel 3412, non era niente scontato. Bravo a non aver mollato durante la stagione. E a non mollare mai in campo.

NDRECKA 7 – Discesa sulla sinistra e cross in area rasoterra: un bel copione, che porta alla dodicesima rete di Castelli e al settimo assist personale. Numeri importanti per i due tigrotti, che impreziosiscono una partita in cui l’esterno di Desenzano del Garda non si risparmia dal difendere il fortino fino al triplice fischio finale. Oscar al miglior attore non protagonista senza dubbio meritato.

Calcio Serie C: Alessandria – Pro Patria in diretta

STANZANI 6,5 – Spurio respinge il suo bel tiro su calcio di punizione e gli nega il regalo di compleanno che il #7 stava auto-elargendo a se stesso e alla squadra: sarebbe stato il giusto premio per ritrovare il gol che manca da febbraio. La sua partita infatti ritorna a essere vibrante dopo le ultime uscite senza mordente. Abile nel saper fruttare il doppio asse con Nicco e Castelli ma anche nella gestione della fase difensiva, a cui i tigrotti sono chiamati per buona parte del match.

dal 76′ BERTONI 6+ – Serve ghiacciare la partita, il play non si accontenta e confeziona un gran bell’assist che Parker per poco non trasforma nel gol scaccerebbe-paure.

CITTERIO 6,5 – Presente – in maniera assolutamente non casuale – in occasione di entrambi i gol. Il giovane, nato attaccante ma arruolabile in quasi ogni ruolo – sa fiutare l’aria verso la porta dell’Alessandria senza capitalizzare, preferendo, o trovandosi costretto, a lasciare la gloria a Castelli.

dal 64′ FIETTA 6,5 – Finale complicato in inferiorità numerica, serve l’esperienza del capitano, che non tradisce in una posizione nevralgica come quella di centrale difensivo.

CASTELLI 8 – Doppietta fondamentale per conquistare la salvezza: prima una rete da rapace, praticamente a freddo, poi il gesto tecnico che probabilmente sarà in lizza per il gol della settimana. Esulta come Cr7 mentre festeggia la 13esima rete stagionale, un ottimo bottino per un attaccante che di partita in partita vuole alzare il proprio obiettivo, e che adesso mette nel mirino i playoff.

dal 76′ PARKER 6,5 – Il supereroe silenzioso di questa Pro Patria. Attaccante quasi sempre in campo per tenere alta la squadra e lottare a chilometri dalla porta avversaria. Gli dei del calcio non lo premiano le poche volte che gli si presenta l’occasione: un tiro sfiora l’incrocio dei pali e nel recupero G. Renault sbaglia la giocata per mandarlo a rete a porta spalancata.

All. COLOMBO 6,5 – “La partita non si sbloccherà subito, servirà pazienza nel finale”. Una mezza-verità: nei primi 25′ i tigrotti trovano due reti, ma la pazienza e i nervi d’acciaio serviranno eccome nell’ultima mezz’ora della partita, quando la Pro Patria deve difendere in 10 vs 11. Il piano partita comunque viene rispettato e si risulta efficace: colpire in maniera fulminea e spietata in transizione. Alla fine per ribaltare il campo e sfondare la rete ai suoi bastano pochi palloni.

Colombo esulta: “Passo importante per la salvezza. In inferiorità numerica la squadra si è unita”

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Pubblicato il 14 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.