Davide Vincenti racconta i motivi della sua ricandidatura per Azzio

Fra le tante proposte l'attivazione asseieme ai comuni della zona della linea di autobus Cuveglio-Gavirate attraverso il trasporto pubblico locale. Obiettivo: “Proseguire nel lavoro fatto"

Generico 27 May 2024

Davide Vincenti, 60 anni, geometra libero professionista, racconta la sua ricandidatura a sindaco di Azzio. Con un’esperienza amministrativa che comprende due mandati come consigliere comunale e assessore (1996-2000 e 2009-2014) e due mandati consecutivi come sindaco (2014-2019 e 2019-2024), Vincenti si propone di continuare il lavoro svolto negli ultimi anni per il benessere dell’intera comunità del piccolo centro della Valcuvia.

Sposato con Claudia e padre di due figli, Vincenti è appassionato di sport, in particolare di calcio e sci. Segue con interesse il figlio che gioca nel settore giovanile della Solbiatese Calcio 1911, ed è un tifoso dell’inter; «pratico lo sci con tutta la famiglia, un’attività che rafforza i legami familiari e la salute».

I MOTIVI DELLA RICANDIDATURA
Sui motivi della sua ricandidatura Vincenti spiega: «Ho deciso di ricandidarmi al fine di proseguire nel lavoro fatto negli ultimi due mandati in funzione del benessere dell’intera comunità, con assoluta trasparenza e con la massima imparzialità, nel rispetto di tutti i cittadini, promuovendo attività che diano risposta alle esigenze del vivere quotidiano ed una prospettiva di sviluppo futuro per le nuove generazioni, in modo tale da trattenere il più possibile queste ultime nel paese»

SQUADRA E COLLABORAZIONI
La squadra che accompagna Vincenti è la riconferma di quella del precedente mandato, che ha operato con successo, arricchita dall’innesto di tre nuove figure, sia maschili che femminili, anch’esse preparate e motivate. «Anche l’attuale giunta sarà confermata, garantendo così continuità e stabilità amministrativa». Vincenti riconosce la difficoltà di lavorare con “budget zero” e intende continuare la collaborazione con i volontari del comune, le associazioni locali, i comuni limitrofi e gli enti sovracomunali. Questa sinergia è fondamentale per il miglioramento e il contenimento dei costi di alcuni servizi essenziali.

PROGETTI A MEDIO E LUNGO TERMINE
I progetti per il futuro di Azzio includono una serie di interventi cruciali per lo sviluppo e la sicurezza del territorio:
Miglioramento delle condizioni di deflusso di un tratto del torrente Viganella.
Sistemazione del dissesto idrogeologico del versante sotteso al torrente Bulgherone.
Efficientamento energetico dell’immobile scuola/municipio e dell’area ludico-sportiva.
Sistemazione del cimitero comunale e creazione di un nuovo servizio igienico.
Riqualificazione degli spazi e delle vie nel nucleo antico e realizzazione di nuovi parcheggi.
Garantire la sede del gruppo alpini nell’area ludico-sportiva.
Completamento della riqualificazione dell’area ludico-sportiva di viale Cadorna (spogliatoi campo polivalente, percorsi di collegamento con sala polivalente-ufficio postale-municipio/scuola).
Sistemazione degli spazi svincolo viale Cadorna/via Veneto e ampliamento del parcheggio in località Convento.

INIZIATIVE E INNOVAZIONI
Il sindaco uscente in caso di riconferma si propone di essere «parte attiva, insieme ad altri comuni della valle, nell’istituzione di una nuova linea di autobus Cuveglio-Gavirate attraverso il trasporto pubblico locale (tpl), che transiterà anche nel comune di Azzio. questa iniziativa mira a migliorare la mobilità e l’accessibilità del territorio. Inoltre, verrà incentivato l’utilizzo della sala polivalente comunale, mettendola a disposizione dei cittadini per eventi socio-culturali. infine, vincenti intende valutare la fattibilità della creazione di una comunità energetica (c.e.r.), un progetto che punta a promuovere l’energia sostenibile e la partecipazione collettiva nella gestione delle risorse energetiche».

di
Pubblicato il 27 Maggio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.