Casciago

Le strade della genitorialità nei primi mille giorni di vita dei bambini

La Biblioteca di Casciago ospita un ciclo di incontri con le professioniste del progetto “Dipende da come mi abbracci” a partire dal 23 maggio

23 Maggio 2024 - 06 Giugno 2024

La Biblioteca comunale di Casciago apre le porte ai genitori con figli fino ai tre anni di età cui è rivolto un breve ciclo di incontri a tema sulle strade della genitorialià nei primi mille giorni di vita del bambino.
L’iniziativa, a partecipazione gratuita, conta di tre appuntamenti, sempre il giovedì sera alle ore 18 nella sala letura della Biblioteca di Casciago a partire dal 23 maggio, secondo il programma riportato qui di seguito.

Giovedì 23 maggio, ore 18 – 19.30
Dipende da come mi pensi
Il viaggio del bambino nella mente del genitore

Giovedì 30 maggio dalle 18 – 19.30
Dipende da come mi parli
Dalla pancia alla culla, la comunicazione nei primi mille giorni di vita

Giovedì 6 giugno, ore 18 – 19.30
Dipende da come mi leggi
La lettura come mezzo di comunicazione nei primi mille giorni di vita

Ciascun incontro è gratuito e sarà tenuto da un’equipe di professionisti (educatore, ostetrica e psicologa) e si terranno presso la Sala Lettura della Biblioteca di Casciago.
Per info e iscrizioni: dipendedacomemiabbracci@proges.it oppure 338 7214894

DIPENDE DA COME MI ABBRACCI: IL PROGETTO

Dipende da come mi abbracci è il nome del servizio per le mamme e i papà che stanno attraversando una fase delicata per l’attesa o la nascita di un bambino. L’iniziativa mette a disposizione un’équipe di ostetriche, psicologi, pedagogisti e assistenti sociali a sostegno dei genitori prima della nascita e nei primi 1.000 giorni di vita del bambino.

Il supporto, come la partecipazione al ciclo di incontri, è completamente gratuito e può essere richiesto anche a casa.
Crescere un bambino è un percorso difficile. Ma con il giusto sostegno puoi percorrerlo con serenità e fiducia. Il progetto Dipende da come mi abbracci è finanziato dal Fondo per il contrasto della Povertà Educativa Minorile e coinvolge tre province lombarde. L’obiettivo è sostenere la genitorialità ed è stata costituita un’équipe multidisciplinare integrata (ostetrica, psicologa, pedagogista e assistente sociale), la quale si occupa principalmente di azioni di indirizzo, cura e sostegno alla genitorialità.

Sul territorio il progetto viene portato avanti dalle operatrici dell’equipe multidisciplinare, con partner il Comune di Varese, nella sede in via Frasconi, 4 a Varese.
Per maggiori informazioni scrivere a dipendedacomemiabbracci@proges.it oppure 338 7214894.

 

17 Maggio 2024
di

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.