Golasecca - Subito un durissimo botta e risposta fra il consigliere leghista Pinetti, che insinuava su rapporti con costruttori, e il sindaco neoinsediato Reggio. Un'amministrazione a maggioranza "in rosa": tre donne e due uomini
Parte la nuova consigliatura: e in consiglio subito polemica

Parte subito con una dura contrapposizione la nuova consigliatura in quel di Golasecca. La neoeletta Madì Reggio, nella sua prima uscita da sindaco martedì sera in consiglio comunale, ha reagito con vigore a un pesante attacco contenuto nell'intervento del consigliere leghista Umberto Pinetti, e a distanza di due giorni è ancora decisamente offesa. «Il Comune non è "cosa vostra"» aveva detto il consigliere del Carroccio leggendo un testo preparato in precedenza, che citava recentissimi presunti incontri «anche la domenica» fra amministratori e costruttori «ben conosciuti, già pronti a passare a riscuotere qualche promessa delle tante fatte». Intervento davvero pesante per una prima seduta di consiglio, e disapprovato da molti dei presenti. «Perchè persone non elette dai cittadini si presentano quotidianamente negli uffici con qualche nuovo consigliere?». Altre sottili considerazioni sono state fatte sul passato ruolo del sindco come assessore nell'amministrazione conclusasi nel 2003, andando a rispolverare un documento vecchio di sei anni in cui l'allora sindaco dimissionario Tovaglieri sconfessava l'operato di Reggio sulla variante generale del PRG. Parole, insomma, come pietre, ben diverse da quelle misurate dell'ex sindaco Pandin che ha augurato buon lavoro a Reggio e ringraziato i propri elettori per la fiducia.

Secca la replica della sindachessa, allibita per le dure parole venute dai banchi leghisti. «Non c'è nulla di vero in queste vergognose insuinuazioni, sono accuse infamanti, da chi parte di chi non sa di cosa parla. Io verso l'ex sindaco Pandin, che è stato ben più signore di questo consigliere, per cinque anni ho fatto opposizione talora anche dura, ma senza mai venire meno al rispetto per la persona. Forse la Lega parla in questo modo per la rabbia dei risultati deludenti che ha ottenuto, soprattutto in relazione ai voti che avevano per le europee».

Polemiche a parte, la serata ha visto l'insediamento della Giunta che accompagnerà Maria Maddalena Reggio. Sarà un'amministrazione a maggioranza femminile. Al sindaco si affiancano infatti due assessori donna: Edi Maria Pellizzaro (istruzione e cultura) e Anna Franchini (ambiente, ecologia, comunicazione, turismo sostenibile), insieme a Christian Casalucci (sport, giovani, tempo libero) e al vicesindaco Giordano Manenti (bilancio, tributi, commercio, industria e artigianato, servizi sociali).

SdA
Giovedi 18 Giugno 2009