Saronno - A prescindere dal risultato del ballottaggio, la maggioranza dei consiglieri comunali Ŕ della "corazzata". Se vincesse il centrosinistra, che ha raggiunto il 43,32%, servirebbe un accordo tra i consiglieri comunali
Ballottaggio anomalo: consiglio comunale giÓ al centrodestra

 

Situazione elettorale anomala a Saronno, dove tra due settimane si svolgerà il ballottaggio tra la candidata del centrodestra, Annalisa Renoldi e il candidato del centrosinistra Luciano Porro. Anomala perché, nonostante il ballottaggio emerso dal primo turno, il risultato raggiunto dal centrodestra è da analizzare: la Renoldi come candidato sindaco si è fermata al 48,44%, mentre la coalizione che la sostiene (Pdl, Lega, Udc) ha ottenuto complessivamente il 51,82%. Dato che, come ha dichiarato lo stesso candidato, “va analizzato all’interno della coalizione”.
Questo vuole dire inoltre che, secondo la legge, se anche al ballottaggio vincesse il centrosinistra con Luciano Porro, la maggioranza dei consiglieri comunali è già centrodestra. Situazione che costringerebbe le forze politiche, o i singoli consiglieri comunali, a un accordo, oppure a nuove elezioni. Se invece vincesse la Renoldi non ci sarebbero problemi di governabilità.
 
L’eventuale vittoria di Luciano Porro, poi, non è poi una considerazione da scartare a priori. Guardando i numeri la Renoldi ha ottenuto il 48,44%, ma i due candidati di centrodestra, Dario Lucano e Vito Tramacere, che hanno ottenuto l’8,23%, hanno già annunciato che non appoggeranno la Renoldi e diranno agli elettori di non andare a votare. Per gli elettori è comunque una lotta all’interno del centrodestra che prosegue a dare un’immagine di litigiosità interna.
Una buona notizia, invece, per il centrodestra saronnese potrebbe essere quella che, dopo il risultato elettorale a livello nazionale, sembra invece fuori discussione il pericolo che Lega Nord non partecipi al voto a causa del referendum: pare infatti che il leader Bossi abbia deciso di spendersi per i vari ballottaggi, tra cui anche Saronno.
 
Diverso il discorso per il centrosinistra: i candidati Annamaria Nappo e Angelo Proserpio che hanno raggiunto il primo il 3,24%, il secondo il 12,71, hanno già annunciato il pieno sostegno a Luciano Porro, che complessivamente raggiungerebbe quindi il 43,32%.
Da oggi si apre quindi una nuova campagna elettorale per un ballottaggio il cui risultato non è sicuramente scontato.
M.S.
Martedi 9 Giugno 2009