Ricerca

» Invia una lettera

Cercasi urgentemente capitani coraggiosi

coronavirus foto generiche vario varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

19 Marzo 2020

Egregio direttore,

Sarà perché anch’io porto il medesimo nome ma in questi giorni e notti interminabili mi risuonano nella mente continuamente le parole di un grande Santo (Karol Wojtyla) – San Giovanni Paolo II :

Non Abbiate Paura ! Aprite le porte a Cristo !
Belle parole maestro Carlo ! mi direbbe Simona ma come si fa ?
Da pessimo terapeuta parto al contrario di come professionalmente dovrei ovvero parto dallo “stato problema” ( poi tranquilli le risorse e relative strategie che conosco cercherò di trasmettervele …)
Il problema è insito nel DNA di alcune persone. Come diceva il mio amico Alessandro per bocca del suo pusillanime don Abbondio: “ il coraggio, uno non se lo può dare”.
Dunque :
con tranquillità tre passi concreti che ciascuno può utilizzare, risorse che ho chiamato dei “tre poeti”, (tre punti come da predica gesuitica) :

Strategia n°1 Cambio di poeta lasciamo un attimo Manzoni e prendiamo Foscolo
In questo periodo ho sentito anch’io pian piano la paura che “virava” in angoscia non mi sono lasciato incatenare ed ecco sovvenir l’ ispirazione: sono andato al cimitero di Barasso.
Nessun scienziato al mondo potrà mai dimostrare che sia un luogo a rischio contagio anche perché nessun morto vagolava “pe’ i floridi sentieri della speranza” quel giorno e neppur vivo era presente. (ops… sono tornato a Manzoni)
Ah cari amici che vi professate cristiani ! vi ricordo che il cosidetto cimitero per me, per noi, è sempre stato il “CAMPO SANTO “.
Cosa facevo al cimitero ? : ve l’ho detto, semplicemente un cambio di poeta tutto in conformità con le recenti normative di legge.
” A egregie cose il forte animo accendono l’ urne dei forti,……., e bella e SANTA fanno al peregrin la terra che le ricetta “
Piangevo, piangevo davanti alla tomba di mio nipote “Lollo”e alzando lo sguardo al cielo guardandando più a destra scorgo la foto del mio padrino Carlo Carli.

È da persone come queste, parimenti dotate di forte sentire, da cui possiamo trarre l’ispirazione ed energia per forzare “il blocco genetico” che ci paralizza, attraversare la paura e compiere anche piccoli gesti che in questo frangente hanno valenza di eroiche vittorie.

Strategia n° 2 Ritorno al poeta principale Manzoni:
In questi momenti abbiamo finalmente il tempo di soffermarci per conoscere e riconoscere noi stessi. E magari scoprire che dentro di noi ”alberga” non soltanto la paura, viene timidamente alla luce anche il coraggio: una sorta di due uomini in antitesi nell’unica persona.
Ale … Aiutami tu …
Ecco! “L’uomo vecchio si trovò d’accordo col nuovo e in que’ casi fra Cristoforo, valeva veramente per due.”
Giusto !
Da questa dimensione oserei dire Divina nulla è impossibile, gesta eroiche per esempio vengono attribuite a San Carlo durante la pestilenza del 1576 -1577 (se son riuscito con le mie parole a farvi rispolverare il libro dei Promessi Sposi leggete,leggete quello che trovate scritto in merito è una parte del vero storico di Manzoni non del verosimile.)

Strategia n° 3 ritorno al “padre” della nostra lingua italiana : Dante.
“Donna se’ tanto grande e tanto vali che chi vuol grazia e a te non ricorra sua disianzia vuol volar senz’ali.”
Affidiamo queste interminabili giornate alla Madonna” perché questa maledetta notte dovrà pur finire”.
Vi scrivo dal monastero di Saint Oyen nella valle del Gran San Bernardo (Aosta) qui le suore pregano a partire dalle lodi delle 04.50 del mattino fino alla compieta delle 20.30.
E’ la forza del silenzio contro la dittatura del rumore che imperava da anni e anni nel nostro povero mondo.
E’ quello che nel suo libro ( letto in questi giorni) ha magnificamente e magistralmente scritto il card Robert Sarah che spero vivamente diventi il quarto Papa Nero della storia. Oggi purtroppo una delle poche voci profetiche che risuonano ancora nella chiesa.
Non vorrei mai che qualcuno dovesse un giorno riscrivere : “ Campo di quei che sperano; Chiesa del DIO vivente dov’eri mai? “(la Pentecoste Alessandro Manzoni)

Alla fine CERTA di questo difficilissimo periodo se ne avrete la voglia e il direttore mi concederà spazio vi racconterò come ho fatto per guadagnarmi qualche “punto Paradiso”.
NON ABBIATE PAURA !
APRITE, ANZI SPALANCATE LE PORTE A CRISTO !
Aprite le porte delle chiese che per noi cristiani NON SONO “ le fosse e i sepolcri di DIO” (Nietzsche).

Carlo Giudici
Comerio – 18/03/2020

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.