Ricerca

» Invia una lettera

Fuochi veri e fuochi fatui

Generico 2018
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

22 novembre 2018

Egregio Direttore,
le nostrane diatribe sull’espansione della termovalorizzazione stanno veramente assumendo i contorni di una barzelletta. Premesso che nel nostro Paese esiste una sostanziale quanto immotivata (o forse no) differenza tra nord e centro-sud in ordine alla corretta applicazione di una procedura basilare qual’è la raccolta differenziata, e ciò nel silenzio generale, quasi fosse un optional cui solo alcuni possono tranquillamente abdicare.

Detto questo, le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, montagne di spazzatura indistinta, che producono di riflesso discariche grandi come colline le quali periodicamente vengono “ridotte” col fuoco, e le cui esalazioni chi di dovere ritiene evidentemente meno nocive di quelle prodotte da un impianto di ultima generazione.- Nel mentre, proprio nella desolata “terra dei fuochi” e precisamente a Salerno, si sviluppa un’azienda (Mario Magaldi Spa) all’avanguardia mondiale nel know-how della termovalorizzazione, tanto da essere prescelta da committenti svizzeri, danesi e giapponesi per l’ottimizzazione dei propri impianti, grazie anche ad una nuova tecnologia che consente di separare dai residui di combustione (le cosidette ceneri) le particelle metalliche, che non vengono pertanto reimmesse nell’ambiente ma possono essere fuse e riciclate.

Come non citare poi l’esempio di Brescia dove il complesso di termovalorizzazione-teleriscaldamento ha permesso di dismettere quasi il 50% delle caldaie private con i benefici ambientali che ciascuno può intuire (tra l’altro l’impianto è stato definito “il migliore al mondo” dal Wtert della Columbia University di New York). Quindi, come troppo spesso accade, mi sembra che la nostra politica appaia una volta ancora fuori tempo ed avulsa dalla realtà, prigioniera di fondamentalismi che comportano soluzioni assurde (invio dei RSU verso impianti del nord e perfino all’estero, con enormi costi finanziari) e che, viste le condizioni in cui comunque si ritrovano molte nostre importantissime città, lasciano evidentemente il tempo che trovano.- Indubbiamente un biglietto da visita di prim’ordine per il resto del mondo, e che la dice lunga sulla considerazione in cui il Belpaese è tenuto all’estero.- Del resto, come potergli dare torto?

Cordialità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.