Ricerca

» Invia una lettera

Il softair e la beneficenza per Malnate

1 di 1

Il softair e la beneficenza per Malnate
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 ottobre 2015

Il 27 settembre 2015 si è svolta la manifestazione di beneficenza organizzata dal CSEN Varese settore softair e lasertag, per contribuire alla realizzazione di un parco giochi inclusivo per abili e disabili nel comune di Malnate (VA) presso il meraviglioso ed entusiasmante capo della A.s.d. Red Twister organizzatori e curatori della gara svolta. Fra il meraviglioso verde dei boschi, ruscelli e con la brezza che accarezzava nella prima mattinata i giocatori/softgunner, all’ incirca 90 persone di varie associazioni ed enti di promozione sportiva, si sono imbattuti in prove di conquista e difesa di vari obbiettivi a loro assegnati sulla mappa divertendosi e giocando con spirito sportivo e di onestà. Fra i tanti giocatori non mancavano i bambini che si affacciano a questo meraviglioso sport.

Il softair è un momento di aggregazione, è fratellanza, è amicizia, è BENEFICENZA, uno sport o gioco che agli occhi di molte amministrazioni comunali sembra violento e diseducativo in quanto a loro dire simula una pratica militare, preferendo prostituzione e spaccio di stupefacenti nei propri boschi e strutture, non preoccupandosi che un controllo di un’ area fatta da qualsiasi associazione sportiva che offre il proprio impegno a disposizione delle istituzioni e dei cittadini attraverso la propria presenza regolarmente autorizzata in aree normalmente poco frequentate o anche dismesse, di cui ne sono entusiasti fruitori, contribuiscono con la loro presenza sul terreno anche a prevenire situazioni di illegalità o di degrado ambientale, segnalando irregolarità ed anomalie alle Autorità e mettendosi a disposizione degli Enti Locali per la raccolta dei rifiuti abbandonati quale ringraziamento e contropartita per la possibilità di disporre in maniera legittima di campi di gioco.

Nella data del 27 settembre si è voluto dimostrare che i softgunner non sono ne guerrafondai ne rambi, le guerre facciamole fare ai professionisti, ma semplicemente gente comune che svolge una attività motoria all’ area aperta e che abbraccia varie problematiche come quella dei DISABILI ai quali molto deve essere fatto ma che molte istituzione dimenticano pensando e finanziando gente che bivacca liberamente nelle nostre città. Il responsabile CSEN Softair per Varese, IVANO GRASSI graduato dell’ Esercito Italiano presso la caserma Ugo Mara del Comando Nato di Solbiate Olona (VA) ha ringraziato tutti i presenti elogiando il gesto e la sensibilità che molti giocatori hanno dimostrato e che mai si sarebbe aspettato un risultato del genere raccogliendo ben 1100€ destinate a contribuire alla realizzazione del parco giochi. Un sentito ringraziamento vanno a tutte le associazioni e presidenti partecipanti per la splendida mattinata ma soprattutto per le grandi offerte. QUESTO E’ IL SOFTAIR.

Associazioni sportive di softair e i loro presidenti partecipanti alla giornata benefica: Red Twister (Riccardo Elini), Eagle Blade (Ivano Grassi), Saptal Marines (Ruggero De Lazzari), A-Team 3 Valli (Giuseppe Lombardo) , Black Hawk Varese (Adriano Riva), SIT (Camillo Casartelli), Tier One Special Force (Thomas Ortelli), Lost Company (Massimo Masin), Templari (Misocchia Enzo), Varese’8 Crow, S.A. Marines Biella, Task Force Voodoo, Stalkers.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.