Ricerca

» Invia una lettera

La Super Classe di TreNord

1 di 1

La Super Classe di TreNord
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

26 settembre 2017

Cara redazione,
da pochi mesi TreNord ci offre una novità sostanziale sui treni pendolari.
Gli annunci in inglese direte voi? Gli inviti a non fumare sigarette elettroniche? Assolutamente no.

La novità è l’introduzione di una Super Classe paragonabile alla prima classe ma ancora più esclusiva. La super classe è formata da 12 posti (4+4+2+2) e solitamente viene collocata nel piccolo scompartimento in testa o in coda al treno.
Sono state coniate nuove livree con il numero “1” in giallo con tanto di poggiatesta a tema, sempre di colore giallo.
Ecco il significato della dichiarazione della supermanager di TreNord, la dott.ssa Farisè quando intendeva miglioramenti sostanziali del servizio.

Volete sapere a chi sono rivolti tali miglioramenti. Ovviamente a chi paga abbonamento o biglietto di prima classe. Nella fattispecie nel sottodimensionato treno Laveno-Milano delle ore 7.04 a Tradate di paganti prima classe ci sono ben tre persone. I restanti occupanti di tale esclusivo scompartimento sono dipendenti TreNord (che non pagano), Forze di Polizia o Carabinieri (e nemmeno loro pagano).
Alla sera lo scenario si ripete ma il pubblico cambia drasticamente. Solo dirigenti TreNord, belli larghi e belli comodi. Ma alla sera siamo fortunati, alle 19.22 il treno non è eccessivamente affollato. La plebaglia può occupare i restanti posti senza rischiare di stare in piedi.

Dovreste vedere i capotreno TreNord. Sono mesi che non mi controllano l’abbonamento (ma tanto a che serve io pago sempre e comunque) in quanto le loro energie le spendono per presidiare costantemente questo importante Principato di Monaco in ambito ferroviario e scacciare chi indebitamente ha preferito occupare i posti riservati alla elite.

Questi sono gli effetti dei proclami della dottoressa Farisè dopo il suo primo anno di mandato. L’apparenza di una linea moderna, innovativa, funzionale e pratica. In realtà rimane solo una apparenza in quanto chi la frequenta vedrà una linea ridotta all’osso, con pochi treni, spesso sottodimensionati, che fa fatica a restare al passo e che cerca con una veloce ripulita e cambiandosi di abito di apparire efficiente, aggiornata, decorosa, insomma quasi Svizzera. Con un personale che non crede nemmeno più in quello che fa e che cerca di soddisfare le assurde richieste di queste dirigenza che cerca di preservarsi i posti su treni sempre più sottodimensionati ed inadatti per il trasporto lombardo.

I capotreno arruolati come mastini per vegliare su 12 posti. Il resto del treno può anche essere assaltato dagli indiani. Nel frattempo il CDA di TreNord è contento, pubblica sondaggi e ricerche e dice che la customer experience e satisfaction è in ascesa.
Un altro mondo, un altra percezione del trasporto pubblico.

Felice
Tradate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.