Ricerca

» Invia una lettera

Carbonate, lettera aperta di un cittadino

1 di 5

1 di 5

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

27 Ottobre 2020

Lettera di un cittadino di Carbonate di commento con informazioni corrette al vostro articolo di giovedi 22 circa la mobilitazione in favore a favore dell azienda agricola Bargero.

E’ con molto rammarico che ho letto la lettera pubblica su Varesenews che alcuni clienti, per altro anonimi, dell’azienda Agricola Bargero hanno inviato al Comune di Carbonate.

Gli autori della lettera sono stati male informati e non sono a conoscenza dei fatti che hanno portato l’amministrazione di Carbonate ad istituire il divieto di transito notturno dalle 23 alle 6 nonchè a limitare, salvo previa autorizzazione per mezzi di dimensioni maggiori, il transito a mezzi di dimensioni oltre i 9 mt di lunghezza lungo la via.
Premetto che lo scrivente non concorda con la limitazione a 9 mt ma ritiene nettamente più consona, dato l’attuale ingresso carraio dell’azienda agricola Bargero e la dimensione della strada, una limitazione addirittura a 6,20 nonchè il posizionamento di dissuasori di transito a protezione delle piante di mia proprietà oggetto di danneggiamento causato dai mezzi pesanti diretti all’azienda Agricola Bargero.

I clienti dell’azienda agricola Bargero dovrebbero essere a conoscenza delle dimensioni della strada dato che vi si recano spesso negli orari di apertura a fare la spesa. I clienti, fortunatamente, non abitano nei pressi dell’azienda né incrociano camion di circa 9m o piu’ quando vi si recano. Un po’ meno fortunati sono i clienti della mia attività ricettiva (non meno prestigiosa seppur più recente) e lo scrivente che 2 o 3 volte la settimana vengono svegliati ad orari variabili tra la 1 e le 5 del mattino da camion di appunto 8 -9m e più in manovra davanti al nostro ingresso clienti. Tali automezzi, date le dimensioni, hanno un motore decisamente roboante e, per questioni di sicurezza, sono dotati di un dispositivo sonoro che si attiva durante le movimentazioni in retromarcia, il quale emette nell’ambiente circostante un frastornante cicalio che, nel silenzio più assoluto che vige in piena notte, viene percepito dai residenti e dai clienti che da noi pernottano come una sveglia attaccata all’orecchio nell’orario sbagliato.

Mi permetto anche di informare che tali veicoli in orario notturno, su una strada completamente non illuminata e con un ingresso carraio dell’azienda agricola evidentemente non proporzionato, durante le operazioni di manovra in ingresso ed in uscita, arrecano un danneggiamento continuo e alla lunga irreversibile ai tronchi e alle radici dei 4 abeti rossi septuagenari che molto probabilmente avrete osservato davanti all’ingresso dell’azienda Bargero. Purtroppo l’incolumità e salute di queste splendite piante poste a dimora nel dopoguerra é per questo doloso comportamento e per l’abitudine a parcheggiarci vicino durante il giorno sempre più a rischio.

Tali alberi di mia proprietà sono stati danneggiati da oltre un anno in modo molto evidente, cosa che ha portato lo scrivente prima a confrontarsi con l’azienda Bargero ed in seconda battuta, visto il totale disinteresse della stessa a prendersi qualsiasi responsabilità sui danni causati dai mezzi dei loro fornitori e/o clienti durante la notte, con l’Amministrazione di Carbonate che, sotto le mie innumerevoli richieste supportate da evidenze fotografiche e perizie tecniche indipendenti, é finalmente, seppur in ritardo e parzialmente, intervenuta a stabilire alcuni divieti sull’ultimo tratto a fondo chiuso di via Moneta.

Concordo con i gentili clienti che l’amministrazione Comunale sia la proprietaria della strada e la strada sia un bene COMUNE, per cui non esclusivo dell’azienda agricola Bargero e l’uso improprio della strada quando lede i diritti altrui reclama un doveroso intervento. La cosa mi sembra ovvia e non riguarda solo il transito di automezzi troppo grandi soprattutto, per qualche strano motivo, in orari notturni ma anche la pulizia della strada ed il decoro circostante.
Come si fa notare nella lettera già pubblicata, l’azienda Bargero é una realtà di successo e di questo sono il primo a compiacermene. Il successo ha ovviamente portato l’azienda ad espandersi molto negli ultimi anni e non dal 1988 quando é nata. Come ogni realtà imprenditoriale che si rispetti, all’espandersi dell’attività devono corrispondere adeguati investimenti per permettere alla società di fiorire e prosperare in armonia. Evitare investimenti danneggiando e arrecando disturbo e danni ai vicini (e non solo allo scrivente), come invece sembra la politica dell’azienda Bargero non é una cosa corretta e l’Amministrazione Comunale, chiamata in causa, si é operata ben per questo motivo dopo aver cercato più volte un compromesso mai raggiunto non a causa dello scrivente.

Faccio notare che le modalità operative di qualsiasi azienda negli ultimi 30 sono cambiate e soprattutto i mezzi e le dimensioni dei camion e delle auto sono cambiate radicalmente mentre la strada é rimasta la stessa e gli alberi sono cresciuti; il fatto che qualcuno, incluso lo scrivente e/o l’Amministrazione Comunale, per lungo tempo abbia chiuso non uno ma due occhi non stà a significare che un certo modus operandi possa considerarsi lecito.

Concludo esortando voi, gentili clienti, che avete a cuore l’azienda agricola Bargero e spero in egual modo anche i quattro abeti septuagenari e forse anche la mia realtà imprenditoriale ad informarvi meglio ed esortare l’azienda agricola a modernizzarsi nelle infrastrutture cosi da poter accomodare agevolmente i mezzi e veicoli necessari per il suo sviluppo senza arrecare danno e disturbo agli altri nè danneggiare proprietà altrui. L’Amministrazione Comunale é intervenuta in questo senso con dei limiti di sicuro non ancora sufficienti ma che vanno quantomeno nella direzione giusta per stimolare l’azienda Bargero all’adeguamento delle proprie infrastrutture.

Fabio Frontini
Proprietario La Monedina, Via Moneta 53

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.